FIA Formula 2 Championship
Zhou vince, Nannini sorprende
Photo Credit: Ufficio Stampa Matteo Nannini (Dutch Photo Agency)

Zhou vince, Nannini sorprende

Si è concluso con la vittoria di Guanyu Zhou nella Feature Race di domenica mattina, il primo appuntamento della stagione del FIA Formula 2. Il weekend del Bahrain ha incoronato tre diversi vincitori, con Liam Lawson e Oscar Piastri primi nelle due Sprint Race di sabato.

Alla fine Zhou si è dimostrato il più in palla, conquistando anche il terzo posto in Gara 2. Il cinese della UNI-Virtuosi, campione in carica della F3 asiatica, ha ottenuto il suo secondo successo nella categoria dopo quello conquistato sulla pista di Sochi lo scorso anno, chiudendo in testa alla classifica assoluta con 11 punti di vantaggio si Lawson, terzo nella gara di domenica con la Hitech GP, e 13 su Jehan Daruvala (Carlin).

La Feature Race ha confermato anche che uno dei piloti da tenere d’occhio nel corso di questa stagione sarà sicuramente Dan Ticktum. L’inglese in Gara 1 aveva compromesso tutto con un contatto al via con Richard Verschoor che gli è costato anche una penalizzazione di cinque secondi e in Gara 2 è stato fermato da un altro incidente. Piastri in Gara 3 è stato poco fortunato, dovendosi ritirare dopo soli tre giri a causa di un contatto con lo stesso Ticktum.

 

Nannini, chi ben inizia…

Ma proprio nella terza gara, quella che si è appunto disputata domenica, è arrivata una conferma per Matteo Nannini (nella foto). Il pilota forlivese della HWA Racelab ha conquistato il suo primo punto chiudendo decimo, dopo avere concluso nono nella Sprint Race 2 di sabato.

Al suo debutto nel FIA Formula 2 l’italiano ha portato a termine in rimonta tutte e tre le gare che si sono disputate sulla pista di Sakhir. Il Nannini che abbiamo visto in Bahrain ci ha vagamente ricordato quello dello scorso anno, al proprio esordio in Formula 3, quando ha iniziato una stagione in salita per poi progredire (lui ed il suo team) rapidamente fino a conquistare un miglior terzo posto a Barcellona e la prima fila nella gara casalinga di Monza.

Il 17enne romagnolo ha iniziato il fine settimana con un 14° ed un 9° posto ottenuto nelle due gare del sabato, giungendo a ridosso della zona punti nella seconda che si è disputata in notturna.

La Feature Race di domenica ha visto Nannini rendersi autore di una rimonta impressionante con cui è risalito nella top-10 dopo essersi avviato 19°. Approfittando di numerose neutralizzazioni, il forlivese ha effettuato il cambio gomme tra gli ultimi, al 18° dei 32 giri a disposizione. Questo ha permesso a Nannini di mantenere un ritmo costante nelle dodici tornate finali, rientrando in pista 12° dopo la sosta e guadagnando il decimo posto nelle fasi conclusive, anche grazie a una penalità di 5’’ inflitta a Christian Lundgaard.

Naturalmente siamo contenti del risultato di oggi, avendo ottenuto il punto che ieri abbiamo mancato per pochissimo – ha commentato Nannini – Personalmente non mi aspettavo di arrivare due volte nei primi dieci, ma è successo e significa che abbiamo lavorato bene”.

Le condizioni durante la Feature Race erano abbastanza difficili, tra forti raffiche di vento, molta sabbia e degrado gomme elevato – ha proseguito il forlivese – È stato complicato gestire gli pneumatici. Ho avuto qualche difficoltà con le Hard e poi ho montato le Soft, con cui sono riuscito a recuperare parecchi secondi. Nel complesso siamo soddisfatti, è un ottimo punto di partenza per il team e siamo molto motivati. Vogliamo sempre di più”.

Il prossimo impegno per Nannini sarà il 3 e 4 aprile sul tracciato austriaco del Red Bull Ring, dove andrà in scena la prima di tre sessioni dei test pre-stagionali del FIA Formula 3, essendo l’unico pilota a prendere parte (sempre con il team tedesco HWA Racelab) a entrambi i campionati.

Come già rivelato, il programma di quest’anno per lui è di fare esperienza nella serie maggiore e puntare invece in alto nel FIA Formula 3, in cui è alla seconda stagione. E l’impressione è che le cose siano iniziate proprio con il piede giusto.

A proposito di italiani, sfortuna per il suo compagno di squadra Alessio Deledda in Gara 3, visto che il romano, anche lui al suo debutto in Formula 2, si è dovuto ritirare per un incidente dopo che sabato in Gara 2 era stato messo fuori gioco da un problema meccanico.

 

FIA Formula 2 Championship
Feature Race
Bahrain, 28 marzo 2021

1. Guanyu Zhou (UNI-Virtuosi) 32 laps, 1:02:27.858
2. Dan Ticktum (Carlin) 0.482
3. Liam Lawson (Hitech Grand Prix) 2.950
4. Richard Verschoor (MP Motorsport) 4.095
5. Marcus Armstrong (Dams) 9.792
6. Jehan Daruvala (Carlin) 11.926
7. Robert Shwartzman (Prema Racing) 12.159
8. Théo Pourchaire (ART Grand Prix) 18.479
9. Felipe Drugovich (UNI-Virtuosi) 19.764
10. Matteo Nannini (HWA Racelab) 19.852
11. David Beckmann (Charouz Racing System) 20.905
12. Christian Lundgaard (ART Grand Prix) 21.256
13. Jüri Vips (Hitech Grand Prix) 27.385
14. Marino Sato (Trident) 28.826
15. Ralph Boschung (Campos Racing) 31.535
16. Guilherme Samaia (Charouz Racing System) 40.620
17. Bent Viscaal (Trident) 48.452
18. Lirim Zendeli (MP Motorsport) 1:01.952
19. Oscar Piastri (Prema Racing) 3 laps
Ritirati
Gianluca Petecof (Campos Racing) 15 laps
Roy Nissany (Dams) –
Alessio Deledda (HWA Racelab) –
Fastest lap: Robert Shwartzman (Prema Racing) 1:46.380 in lap 19

Share Button