Carrera Cup Italia
Weekend perfetto per Dinamic

Weekend perfetto per Dinamic

Week end perfetto, con tre pole position e tre vittorie, che equivalgono a bottino pieno e secondo posto in classifica generale, per il team Dinamic e Mattia Drudi, che ha vinto e convinto nel terzo round della Carrera Cup Italia sul circuito di Misano Adriatico.

Il giovanissimo pilota romagnolo, al via sotto le insegne del Centro Porsche Modena, non ha avuto rivali al volante della Porsche 991 GT3 Cup preparata da Dinamic Motorsport, dimostrando un’incredibile competitività unita ad una maturità da “top driver”, riscattandosi così dell’errore che lo aveva costretto al ritiro nel precedente round di Imola.

Anche nella Michelin Cup, la squadra emiliana ha trovato spazio sul gradino più alto del podio grazie ad un ottimo Alex De Giacomi, primo in Gara 1 e nella endurance di domenica ed ora al comando della propria classe; senza considerare un altrettanto competitivo Marco Pellegrini, sesto assoluto in Gara 2 e primo tra i gentleman.

Se l’inizio del fine settimana si era rivelato positivo, con prove libere e qualifiche sempre nella “top 5” e una Gara 1 chiusa ad un passo dal podio, per il romano Daniele Di Amato la tappa di Misano si è conclusa viceversa con l’amaro in bocca dovuto a due ritiri. Prima in Gara 2, per un problema alla pompa della benzina, e poi nella gara endurance per la rottura del radiatore, in seguito ad una toccata con un avversario. Anche Eric Scalvini ha vissuto un weekend non facile per via di alcuni contatti che lo hanno visto coinvolto in tutte e tre le gare, non andando oltre ad un miglior settimo piazzamento. Stefano Zanini ha colto la sua migliore prestazione nella endurance con l’undicesimo posto finale ed il terzo della Michelin Cup.

Nel Porsche Cayman Clubsport Trophy, al suo secondo evento stagionale, bilancio in chiaro-scuro per il team reggiano: in Gara 1, dopo un ottimo avvio di Jonathan Cecotto (autore anche della pole position), a pochi minuti dal termine il compagno Niccolò Mercatali è stato vittima del dechappamento del pneumatico posteriore sinistro dovendo alzare così la bandiera bianca quando sembrava che la vittoria fosse ormai alla sua portata. Parziale riscatto è arrivato in Gara 2, sotto la pioggia, con una bella e convincente prestazione di ambedue i piloti che hanno chiuso con il secondo posto sotto la bandiera a scacchi, con Cecotto protagonista di un buon sorpasso nei confronti di Bianco a cui ha sfilato la seconda posizione a pochi minuti dal termine.

Share Button