Campionato Italiano Gran Turismo
Vallelunga: pole della Lamborgini

Vallelunga: pole della Lamborgini

A Vallelunga, pole della Lamborghini Huracán GT3 Evo dell’Imperiale Racing con l’equipaggio formato da Kikko Galbiati, Alex Frassineti e Giovanni Venturini, che nel totale dei migliori tempi si è piazzato davanti al terzetto di Audi  Sport Italia formato da Riccardo Agostini, Mattia Drudi e Daniel Mancinelli, di mezzo secondi in complesso più lenti. Lamborghini in evidenza anche con i due equipaggi del Vincenzo Sospiri Racing in seconda fila, con Raffaele Giammaria, Yuki NemotoLeonardo Pulcini davanti ai loro compagni di squadra Danny Kroes, Tuomas Tujula e Frederik Schandorff. Solamente quinta la Ferrari 488 GT3 della AF Corse dei leader della classifica Antonio Fuoco, Giorgio Roda e Alessio Rovera, che nella gara di tre ore di domani dovranno anche scontare un time penalty di 30″. Sesto responso e migliore della classe Pro-Am per la Mercedes-AMG GT3 Evo del team Antonelli Motorsport divisa da Lorenzo Ferrari (che dovrà sostenere un doppio stint di guida) e Francesca Linossi.

Nella classe GT4 la più veloce è stata la Porsche 718 Cayman della Ebimotors su cui si sono dati il cambio Sabino De Castro, Paolo Gnemmi e il nuovo arrivo Vito Postiglione. Subito dietro la BMW M4 del BMW Team Italia divisa da Francesco Guerra, Simone Riccitelli e Nicola Neri. Terzi e primi della classe Am, Luca Magnoni e Francesco Massimo De Luca, con la Mercedes-AMG GT4 della Nova Race.

Qualifica 1. I primi tre a scendere sotto il tetto di 1’32” nel primo turno di qualifica sono stati nell’ordine Leonardo Pulcini(Lamborghini), Daniel Mancinell (Audi) e Lorenzo Ferrari, con la Mercedes il più veloce della Pro-Am. A tre minuti e mezzo dalla fine è balzato in testa Giovanni Venturini, al volante della Huracán GT3 Evo dell’Imperiale Racing, stabilendo 1’31″231. Prima delle Ferrari la 488 GT3 di Alessio Rovera. Ad un solo minuto dal termine dello scadere del tempo Tuomas Tujula, con l’altra Lamborghini del Vincenzo Sospiri Racing, è passato quarto. Nessuno è riuscito poi a fare meglio di Venturini, che ha chiuso con un vantaggio di 144 millesimi su Mancinelli. Nella GT4 subito davanti Vito Postiglione, con la Porsche 718 Cayman della Ebimotors.

Qualifica 2. Il primo ha portarsi in testa alla classifica è stato Kikko Galbiati, con la Lamborghini dell’Imperiale Racing a autore di 1’32″396. Dietro di lui a due decimi la Mercedes di Francesca Linossi. Poi con il tempo di 1’32″052 è passata a condurre la BMW di Marius Zug. A scalzare anche dalla seconda posizione Galbiati, ci ha pensato la Ferrari di Giorgio Roda. Ma la risposta di Galbiati è stata immediata con un sonoro 1’31″409 che lo ha riportato in pole. Dietro di lui è risalito Riccardo Agostini, in ritardo di 275 millesimi con la Audi. Tra coloro che si sono migliorati anche Danny Kroes, portatosi quarto con una delle Lamborghini del Vincenzo Sospiri Racing. Ma ancora meglio subito dopo ha fatto il suo compagno di squadra Yuki Nemoto, balzato in terza posizione. Nessuno comunque ha fatto meglio di Galbiati, con Agostini e Nemoto sempre secondo e terzo allo scadere del tempo. Quarto tempo della sessione per Zug. Ancora davanti la BMW nella classe GT4, con Francesco Guerra più veloce di tutti.

Qualifica 3. Decisivo il terzo e conclusivo turno di prove cronometrate. “Matematico” il miglior tempo di Mattia Drudi, con la Audi autore di 1’31″291 che gli ha permesso di scavalcare la Lamborghini di Alex Frassineti, nei primi minuti al comando dopo avere fatto segnare 1’31″443. Attaccato ai due Lorenzo Ferrari, con la Mercedes ancora primo della Pro-Am.

Share Button