WEC
Tre colori per le Porsche a Le Mans

Tre colori per le Porsche a Le Mans

Porsche ha presentato oggi, sul circuito francese di Le Castellet, la seconda generazione della 919 Hybrid per Le Mans, che nella classe LMP1 passerà quest’anno alla più alta classe energetica. Il nuovo sistema di recupero aumenterà infatti la potenza massima della vettura di circa un terzo rispetto al 2014. Questo significa che la 919 Hybrid gareggerà nella clategoria 8-megajoule.

Il team Porsche utilizzera questa tecnologia in tutte le otto gare del FIA WEC. La colorazione delle macchibe sarà bianca e riporterà sulla carrozzeria la scritta “Porsche Intelligent Performance”. Così come per la terza 919 Hybrid che correrà a Spa-Francorchamps il 2 maggio. Per la 24 Ore di Le Mans il team utilizzerà invece le Porsche 919 Hybrid nella livrea bianca, nera e rossa.

Il numero di gara ed il colore del prototipo rosso, rappresentano un tributo alla Porsche che ha ottenuto la prima delle 16 affermazioni a Le Mans, nel 1970. Nessun’altra casa costruttrice ha ottenuto fino ad ora tanto successi in questa stessa gara. Il colore della Porsche 917 KH “short-tail” nel “Salzburg Design” che trionfò 45 anni fa era difatti rosso. A portarla al successo furono il tedesco Hans Herrmann, che oggi ha 87 anni, e l’inglese Richard Attwood (74). Nel 2015, nella 83esima edizione della 24 Ore di Le Mans, la vettura rossa porterà il numero 17 e sarà guidata dal tedesco  Timo Bernhard, il 25enne neozelandese Brendon Hartley e l’australiano ex F.1 Mark Webber.

La LMP1 nera che prenderà il via con il numero 18, simboleggia la stretta parentela tecnica tra la Porsche 919 Hybrid e la Porsche 918 Spyder, che è anche equipaggiata con un sistema ibrido. Era nera la 918 che il 4 settembre del 2013 stabilì il nuovo record per una vettura sportiva completanso un giro dei 20 km dell’anello nord del Nürburgring in sei minuti e 57 secondi con Marc Lieb al volante. Il pilota tedesco quest’anno sarà uno di coloro che guideranno quest’anno la 919 nella colorazione nera a Le Mans, alternandosi con il francese Romain Dumas e lo svizzero Neel Jani.

La terza 919 Hybrid sarà infine bianca ed avrà il numero 19. Il bianco è il tradizionale colore delle vetture da corsa tedesche e verrà utilizzato anche per le due Porsche 911 RSR ufficiali che prenderanno il via nella classe GTE Pro. Alla guida della terza 919 Hybrid ci saranno il giovane neozelandese Earl Bamber, il pilota di F.1 Nico Hülkenberg e l’inglese Nick Tandy.

La 919 è equipaggiata con un motore 2 litri V4 turbo a benzina con una potenza superiore ai 500 Cv sull’asse posteriore ed un motore elettrico di oltre 400 Cv per le ruote anteriori, con due sistemi di recupero per l’energia.

Share Button