GT World Challenge Europe
Tomita-Van der Linde primi a Zandvoort
Photo Credit: SRO Motorsports

Tomita-Van der Linde primi a Zandvoort

Gara 1 pazza a Zandvoort, nel terzo appuntamento del GT World Challenge Europe Sprint Cup. A conquistare il successo in una gara condizionata dalla pioggia e poi dal sole è stata la Audi del Belgian Audi Club Team WRT divisa da Ryuichiro Tomita Kelvin van der Linde, che ha praticamente dominato dall’inizio. Secondo posto e vittoria nella Silver per l’equipaggio della Bentley della CMRPierre Alexandre Jean-Hugo Chevalier, scattati dalla nona fila. Sul podio anche Steven Palette e Simon Gachet, con l’altra Audi della Sainteloc Racing. Bella vittoria in Pro-Am della Ferrari del team SKY-Tempesta Racing di Chris Froggatt e Edward Cheever, nona assoluta.

A via il poleman Mikaël Grenier perde subito la prima posizione per la scelta sbagliata delle gomme da asciutto, a favore di Tomita e scivola progressivamente dietro. In seconda posizione risale invece l’altra Lamborghini di Giacomo Altoè. Poi ancora una Audi, quella di Palette, primo dei Silver, la Bentley di Jean e la Mercedes di Ezequel Perez Companc. 

Le prime cinque posizioni rimangono immutate praticamente fino al momento dei pit-stop. Ma appena prima di fermarsi Altoè fora in pieno rettilineo, perdendo la seconda posizione e la speranza di potere puntare al podio.

Appena dietro Louis Machiels, sesto con la Ferrari della AF Corse, guida tra i Pro-Am. Ma il suo iniziale vantaggio di sette secondi sull’altra 488 GT3 di Chris Froggatt si assottiglia man mano che passa il tempo e dopo il primo quarto d’ora l’inglese riesce a prendere il comando della classe.

Dopo le soste ed un brevissimo Full Course Yellow per rimuovere dalla pista i detriti del pneumatico della Lamborghini, al comando si conferma la Audi di Kelvin Van der Linde. Seconda, ma ben distanziata, c’è l’altra Audi di Gachet, sempre primo tra i Silver. Terza la Bentley di  Chevalier. Costa rientra quarto ma viene superato dalla Ferrari di Andrea Bertolini che lo affianca all’uscita della curva Tarzan e torna primo della Pro-Am dopo avere preso il posto di Machiels.

La lotta tra la Ferrari e la Lamborghini, a sua volta pressata dalla Mercedes di Axcil Jefferies, prosegue anche nei giri successivi. Ai tre si aggiunge anche Nick Foster, pure lui su Mercedes, che rischia un contatto con Jefferies riuscendo comunque a passarlo. Nel frattempo l’altra Bentley di Chevalier supera la Audi di Gachet e prende la seconda posizione e la leadership della Silver.

A 16 minuti dalla fine Costa risupera Bertolini, che viene passato anche da Foster che prende il comando della Pro-Am. Con le condizioni della pista che cambiano costantemente, l’italiano perde terreno. Risale bene invece Cheever Jr, che si porta settimo e secondo di classe attaccando Foster, ma guardandosi anche dalla Bentley di Jules Gounon. Nella lotta si inserisce anche la Lexus di Thomas Neubauer. Gounon riesce a passare sia Cheever che Foster. A cinque minuti anche Neubauer supera Cheever e Foster, ma fa un errore che finisce per rallentare il pilota romano permettendo proprio a Foster di tornare davanti e allungare leggermente. Ma la battaglia continua, con la Lexus che si riporta in testa. Cheever passa Foster, incalzato adesso anche dalla Audi di Mattia Drudi, che ha rilevato al volante Tommaso Mosca.

Intanto il tempo è ormai scaduto e al traguardo Van der Linde chiude primo con oltre 31” di vantaggio su Chevalier. Terzo è Gachet. Quarto Costa. Cheever vince la Pro-Am e chiude nono. Drudi alla fine riesce a con ottavo. Soltando dodicesimi i leader del campionato Dries Vanthoor e Charles Weerts con l’altra Audi del Belgian Audi Club Team WRT.

 

Race 1: 1. RyuichiroTomita/Kelvin Van der Linde (Audi R8 LMS GT3 – Belgian Audi Club Team WRT) 34 laps, 1:00:46.967; 2. Pierre Alexandre Jean/Hugo Chevalier (Bentley Continental GT3 – CMR) 30.091 (Silver Cup winner); 3. Steven Palette/Simon Gachet (Audi R8 LMS GT3 – Sainteloc Racing) 35.951; 4. Giacomo Altoè/Albert Costa (Lamborghini Huracán GT3 Evo – Emil Frey Racing) 37.147; 5. Nelson Panciatici/Jules Gounon (Bentley Continental GT3 – CMR) 46.589; 6. Ezequiel Perez Companc/Axcil Jefferies (Mercedes-AMG GT3 – Madpanda Motorsport) 54.454; 7. Aurélien Panis/Thomas Neubauer (Lexus RCF GT3) 57.924; 8. Tommaso Mosca/Mattia Drudi (Audi R8 LMS GT3) 1:02.026; 9. Chris Froggatt/Eddie Cheever (Ferrari 488 GT3 – SKY-Tempesta Racing) 1:06.988 (Pro-Am winner); 10. Lee Mowle/Phil Keen (Mercedes-AMG GT3 – ERC Sport) 1:08.078; 11. Timur Boguslavsliy/Feliper Fraga (Mercedes-AMG GT3 – AKKA ASP) 1:12.933; 12. Charles Weerts/Dries Vanthoor (Audi R8 LMS GT3 – Belgian Audi Club Team WRT) 1:17.055; 13. Oscar Tunjo/Jusso Puhakka (Mercedes-AMG GT3 – TokSport WRT) 1:19.236; 14. Valentin Pierburg/Nick Foster (Mercedes-AMG GT3 – SPS Automotive Performance) 1:23.767; 15. Jusuf Owega/Hamza Owega (Audi R8 LMS GT3 – Belgian Audi Club Team WRT) 1:34.699; 16. Louis Machiels/Andrea Bertolini (Ferrari 488 GT3 – AF Corse) 1 lap; 17. Finlay Hutchinson/Nicolas Schöll (Audi R8 LMS GT3 – Attempto Racing) 1 lap; 18. Jim Pla/Benjamín Hites (Mercedes-AMG GT3 – AKKA ASP) 1 lap; 19. Mikaël Grenier/Norbert Siedler (Lamborghini Huracán GT3 Evo – Emil Frey Racing) 1 lap; 20. Robin Rogalski/Romain Monti (Mercedes-AMG GT3 – TokSport WRT) 2 laps; 21. Rolf Ineichen/Rik Breukers (Audi R8 LMS GT3 – Belgian Audi Club Team WRT) 2 laps.

Not classified: Arthur Rougier/Christopher Haase (Audi R8 LMS GT3 – Sainteloc Racing).

Fastest lap: Jules Gounon (Bentley Continental GT3 – CMR) 1:37.105, on lap 34.

Share Button