Campionato Italiano Turismo TCR
TCR Italy: il BoP di Monza

TCR Italy: il BoP di Monza

È stato ufficializzato il nuovo Balance of Performance che verrà applicato in occasione del settimo e ultimo appuntamento della stagione del TCR Italy, in programma nel fine settimana del 6 e 7 ottobre sul circuito di Monza.

Con il regolamento tecnico della serie tricolore in tutto e per tutto allineato alla serie internazionale, la nuova tabella viene determinata dall’ultimo bollettino internazionale del BoP e dai pesi di compensazione su base nazionale scaturiti dai migliori tempi di qualifica e gare, in applicazione del modello di calcolo elaborato sempre dal dipartimento tecnico del TCR International Series. Altezza da terra e percentuale di potenza completano le variabili a disposizione dei tecnici per garantire il massimo equilibrio prestazionale nella categoria e su scala internazionale.

Nella nuova scala pesi (con pilota a bordo) la Audi RS3 Lms in versione sequenziale,  anche in base ai risultati conseguiti in occasione del round di Vallelunga, viene raggiunta a quota 1.315 kg dalla Honda Civic FK2, portata al successo sul circuito romano in Gara 1 da César Machado. A -10 kg dal peso massimo restano la Hyundai i30 N (1.305 kg), la nuova Peugeot 308 TCR, che già è in fase di test sulle piste italiane (la 308 Racing Cup è la più leggera con soli 1.165 kg a -150 dal vertice), mentre la Civic FK7 segue a -20 kg (+10 kg rispetto a Vallelunga).

La Cupra TCR e l’Alfa Romeo Giulietta, che sono le vetture in lotta per il campionato italiano con Salvatore Tavano e Luigi Ferrara, sono entrambe a 1.265 kg (Ferrara per il maggior handicap peso avrà 10 kg in più sul suo avversario) grazie all’alleggerimento di 20 kg per la vettura del brand spagnolo, mentre sempre a -50 kg dal peso massimo è anche la Opel Astra, precedendo Volkswagen Golf GTI SEQ (a -60 kg con 1.255 kg), Subaru STi (a -70 kg con 1.245 kg), Audi RS3 Lms DSG (a -95 kg con 1.220 kg) e Cupra DSG (a -105 kg con 1.210 kg).

Share Button