TCR Italy
Tavano centra la prima

Tavano centra la prima

Gara 1 del quarto round stagionale di TCR Italy in corso al Mugello ha consegnato la prima vittoria stagionale a Salvatore Tavano ed alla Cupra di Seat Motorsport Italia.

Al termine di un duello fianco a fianco con Nicola Baldan e la Hyundai i30 N di Pit Lane Competizioni, il pilota siciliano già campione italiano Superproduzione nel 2003, è riescito a precedere il campione in carica per soli 4 centesimi di secondo mentre, dopo essere stato al comando nelle prime fasi di gara, Eric Scalvini ha chiuso  terzo ed è ritornato così sul podio al volante della Hyundai di BRC.

Marco Pellegrini, solo decimo al via, è riuscito a districarsi nella bagarre ed ha conquistato il quarto posto sulla Honda Civic di Target Competition con la quale ha preceduto Matteo Greco, sempre in lotta con gli avversari della categoria maggiore e vincitore per il Trofeo Nazionale DSG sulla Cupra di Seat Motorsport Italia.

José Rodrigues, sulla seconda Civic della squadra sudtirolese, è giunto sesto dopo la bagarre che ha visto protagonista anche Edoardo Cappello, così settimo assoluto alla sua seconda uscita stagionale sull’Alfa Romeo Giulietta della Otto Motorsport ed autore del quarto giro più veloce.

Hanno completato la top 10 Federico Paolino, sulla seconda Hyundai di BRC, Andrea Argenti che ha rimontato fino alla nona posizione dopo essere partito solo ventesimo in griglia e Jürgen Schmarl sulla terza Honda di Target Competition con la quale è ottimo quinto in Campionato.

Nella classifica di Campionato Luigi Ferrara, costretto al ritiro dopo essere passato a condurre fino alla metà gara ed autore del giro più veloce sulla Giulietta di V-Action, resta in vetta, ma per sole 3,5 lunghezze su Tavano che si avvicina così al primato inseguito dal suo ex compagno di vettura Greco e da Baldan.

La cronaca di Gara 1 vedeva  alla prima curva Scalvini involarsi al comando poi Ferrara, Baldan, Tavano, Pellegrini, Greco e Bettera che però andava sotto investigazione per partenza anticipata. L’uscita repentina di Gross imponeva la safety car che al via libera riconsegnava il primato al pilota di BRC, sempre inseguito da Ferrara, mentre Tavano riusciva ad avere la meglio su Baldan. Il barese di V-Action provava subito l’attacco a Scalvini che resisteva fino al quarto passaggio alla San Donato dove cedeva alla Giulietta.

Al quinto giro Tavano sferrava l’attacco su Scalvini che poco dopo non poteva resistere anche a Baldan pur rimanendogli in scia. Lo spettacolo è in tutto il gruppo con Greco sesto assoluto e primo di DSG davanti a Rodrigues ed a Gagliano secondo per la stessa classe ed alle prese con Cappello che al settimo giro riusciva a portarsi in ottava posizione. Nella stessa tornata Ferrara, in crisi di freni e con il radiatore danneggiato, calava il ritmo e lasciava strada a Tavano e Baldan.

Il campione in carica iniziava a forzare per provare l’attacco sulla Cupra, mentre Ferrara doveva cedere anche a Scalvini, Pellegrini, Greco e Rodrigues. Al nono giro Gagliano era costretto al ritiro e lasciava così il primato del Trofeo Nazionale DSG a Greco, quinto assoluto davanti a Rodrigues, Cappello, Paolino, Argenti e Schmarl che completava la top-10. Ferrara era definitivamente costretto al ritiro al nono giro, mentre in testa alla gara Baldan provava in più occasioni l’attacco a Tavano. Il duello continuava fino allo spettacolare arrivo sotto la bandiera a scacchi dove il pilota siciliano conquistava la prima vittoria stagionale con soli 4 centesimi di secondo di vantaggio su Baldan. Alle loro spalle Scalvini, Pellegrini, Greco, primo di DSG.

Share Button