GT World Challenge Europe
Stolz e Engel dominano nella night race
Photo Credit: SRO Media

Stolz e Engel dominano nella night race

Luca Stolz e Maro Engel si sono imposti con la Mercedes nella prima gara (in notturna) del weekend di Magny-Cours, secondo degli appuntamenti del GT World Challenge Europe Sprint Cup. L’equipaggio del team HRT ha dominato dalla pole per tutti i 36 giri, chiudendo davanti alla Lamborghini dell’Emil FreyRacing divisa da Mikaël Grenier e Norber Siedler. Subito dietro ben cinque Audi, con Charlie Weerts e Dries Vanthoor terzi. Ottima prova di Tommaso Mosca e Mattia Drudi, settimi assoluti.

Al via è Stolz a portarsi al comando dalla pole, con Grenier che si mantiene in seconda posizione. Nelle retrovie l’altra Huracán di Giacomo Altoè finisce in testacoda dopo un contatto. Nella parte centrale del tracciato si ferma contro le barriere anche Mick Wishofer con la Mercedes del team Toksport WRT. Ottimo avvio dell’altra Mercedes di Ezequiel Perez Companc (primo della Silver), che guadagna due posizioni e risale terzo davanti alla prima delle Audi guidata da Mosca.  Nella Pro-Am davanti c’è la Ferrari del team SKY-Tempesta Racing di Jonathan Hul, che occupa la 14ª posizione.

Al sesto giro, nella bagarre di testa Perez Companc finisce con due ruote oltre la pista e scivola sul fondo. In terza posizione risale la Audi di Weerts, con Mosca sempre quarto. Oscar Tunjo, ottavo con un’altra Mercedes, prende il comando della Silver.

Luis Machiels risale secondo nella Pro-Am con la Ferrari della AF Corse. Terza è l’altra vettura del Cavallino guidata da Chris Froggatt. Ma al nono giro è proprio Machiels a finire fuori sulla ghiaia rendendo necessaria una neutralizzazione. Ad approfittarne per recuperare lo svantaggio su Stolz è per primo Grenier. Ma alla ripartenza Stolz rimane ancora saldamente davanti.

Si accende invece la battaglia per il terzo posto tra Mosca e Weerts, costretto a difendersi dagli attacchi dell’italiano. Un testacoda penalizza la Bentley di Nelson Panciatici. Prima delle soste intanto Tunjo guadagna un paio di posizioni e risale sesto dietro all’altra Audi di Christopher Haase.

Durante la fase dei cambi Jules Gounon è protagonista di un incidente con la sua Bentley. Engel, che ha preso il posto di Stolz, rimane davanti. Dietro si conferma la Lamborghini, adesso guidata da Siedler. Drudi prende il posto di Mosca e rientra sesto. Davanti a lui ci sono nell’ordine le altre Audi di Vanthoor, Haase e Frederic Vervisch.

Nella Pro-Am al comando c’è Giancarlo Fisichella, con un buon margine su Eddie Cheever, attaccato dalla Mercedes di Dominic Baumann. Andrea Bertolini deve invece scontare un drive through per eccessiva velocità nella corsia dei box.

Drudi, pressato da Kelvin Van der Linde, è costretto a spingere e fa segnare il miglior tempo nel primo settore. A 13 minuti dal termine i due danno vita ad un bel duello. Il sudafricano sembra più veloce nella parte conclusiva della pista e continua ad attaccare e a sette minuti dal termine ha la meglio sul pilota romagnolo. Haase, sotto investigazione per un precedente contatto costato caro alla Lexus di Aurelien Panis, deve difendere la quarta posizione da Vervisch che ha la meglio. Nei giri finali Haase viene attaccato anche da Van der Linde.

Ma l’attenzione proprio all’ultimo si sposta sul gruppo di testa, con Vanthoor che si fa sempre più minaccioso nei confronti di Norbert, secondo ma ben distanziato dal leader Engel. Ad avere la meglio è però la Lamborghini, che taglia il traguardo con un margine di appena mezzo secondo. Juuso Puhakka, nono assoluto, è primo della Silver con la Mercedes divisa con Tunjo. Fisichella e Hui si confermano primi nella Pro-Am.

 

Race 1: 1. Stolz/Engel (Mercedes AMG GT3/HRT) 36 laps, 1:01:09.281; 2. Grenier/Siedler (Lamborghini Huracán GT3 Evo/Emil Frey Racing) 11.558; 3. Weerts/Vanthoor (Audi R8 LMS GT3/Belgian Audi Club Team WRT) 12.148; 4. Schöll/Vervisch (Audi R8 LMS GT3/Attempto Racing) 12.536; 5. Rougier/Haase (Audi R8 LMS GT3/Sainteloc Racing) 13.061; 6. Tomita/Van der Linde (Audi R8 LMS GT3/Belgian Audi Club Team WRT) 13.423; 7. Mosca/Drudi (Audi R8 LMS GT3) 14.543; 8. Boguslavskiy/Marciello (Mercedes AMG GT3/AKKA ASP) 26.535; 9. Tunjo/Puhakka (Mercedes AMG GT3/Toksport WRT) 27.181 (Silver Cup winner); 10. Owega/Owega (Audi R8 LMS GT3/Belgian Audi Club Team WRT) 33.211; 11. Hui/Fisichella (Ferrari 488 GT3/SKY-Tempesta Racing) 40.378 (Pro-Am winner); 12. Pla/Hites (Mercedes AMG GT3/AKKA ASP) 42.648; 13. Palette/Gachet (Audi R8 LMS GT3/Sainteloc Racing) 47.424; 14. Chevalier/Jean (Bentley Continental GT3/CMR) 48.677; 15. Froggatt/Cheever (Ferrari 488 GT3/SKY-Tempesta Racing) 49.526; 16. Pierburg/Baumann (Mercedes AMG GT3/SPS Automotive Performance) 49.945; 17. Perez Companc/Jefferies (Mercedes-AMG GT3/Madpanda Motorsport) 1 lap; 18. Machiels/Bertolini (Ferrari 488 GT3/AF Corse) 2 laps.

Not classified: Panciatici/Gounon (Bentley Continental GT3/CMR); Mowle/Keen (Mercedes AMG GT3/ERC Sport); Panis/Neubauer (Lexus RCF GT3/Tech 1 Racing); Altoè/Costa (Lamborghini Huracán GT3 Evo/Emil Frey Racing); Wishofer/Rogalski (Mercedes AMG GT3/Toksport WRT).

Fastest lap: Maro Engel (Mercedes AMG GT3/HRT) 1:37.203, in lap 24.

Share Button