Campionato Italiano Gran Turismo
Sprint: la prima di Zug-Comandini (BMW)

Sprint: la prima di Zug-Comandini (BMW)

Marius Zug e Stefano Comandini hanno conquistato il loro primo successo di quest’anno e quello del BMW Team Italia nella serie Sprint del Campionato Italiano Gran Turismo. Pole (per il pilota tedesco) e vittoria in Gara 1 a Monza, nel terzo appuntamento della stagione, per l’equipaggio della vettura bavarese. Secondo posto per la Lamborghini del Vincenzo Sospiri Racing divisa da Yuki Nemoto e Tuomas Tujula. Podio e punti importantissimi per Riccardo Agostini, terzo con la Audi divisa con un ottimo (come sempre) Mattia Drudi.

Al via davanti c’è Zug, che arriva però lungo con le gomme fredde alla prima staccata e deve tagliare la variante. Al comando si porta così Drudi. In seconda posizione risale invece Daniele Di Amato, con la Ferraridella RS Racing. Poi le due Lamborghini di Giovanni Venturini e Leonardo Pulcini. Soltanto quinto invece Zug.

Poco più indietro Lorenzo Ferrari, con la Mercedes del team Antonelli Motorsport, guadagna una posizione e risale ottavo, attaccando e superando all’inizio del terzo giro anche l’altra Lamborghini di Alex Frassineti. Poi Ferrari e Frassineti superano anche la Ferrari di Matteo Cressoni, portandosi nell’ordine sesto e settimo. Alex De Giacomi fa una veloce sosta ai box dopo un contatto iniziale con Stefano Pezzucchi risoltosi con un testacoda all’Ascari.

Dopo le soste, con i 15 secondi da pagare, la Audi su cui al volante è salito Agostini rientra quinta e poi guadagna una posizione sulla Lambo della LP Racing al cui volante c’è adesso Lorenzo Marcucci. Addirittura decima la Mercedes che Loris Spinelli ha preso da Ferrari scontando lo stesso handicap in tempo. L’abruzzese risale ottavo, ma gli viene comunicata una penalizzazione di 5″ per il sorpasso del “track limit” nelle fasi della partenza. In testa alla corsa c’è invece la BMW che Comandini ha rilevato da Zug. Seconda la Ferrari di Alessandro Vezzoni (salito in macchina al posto di Di Amato).

Continua a risalire bene intanto Agostini, che si porta addirittura terzo superando Vezzoni, che pian piano retrocede ottavo. Lotta accesa poi tra Spinelli e Kikko Galbiati. Ad approfittarne è Alessio Rovera, che si infila tra i due e si porta quinto. Intanto si giunge all’ultimo giro, con Nemoto sempre più vicino a Comandini. Il romano però non sbaglia e va a raccogliere così il primo siuccesso della stagione nella serie. Terzo Agostini che guadagna punti importantissimi.

Nella classe GT4 Luca Segù mantiene al via il comando con la Mercedes della Nova Race, tallonato però dalla Cayman di Riccardo Pera, mentre la Mercedes di Andrea Belicchi sfila terza. Dopo otto minuti Segù, che viene passato da Pera, prova a risuperare la Porsche del toscano. La Bmw di Simone Riccitelli inizia intanto ad attaccare Belicchi, ma senza passarlo. Dopo le soste la situazione rimane identica, con Paolo Gnemmi (Porsche), Francesco Massimo De Luca e Jody Vullo (Mercedes) e Francesco Guerra (BMW). Ma alla fine a spuntarla è De Luca, che si va a prendere la seconda vittoria di quest’anno, confermandosi in testa al campionato.

Luca Demarchi guida da subito la GT Cup con la Ferrari Challenge di RS&R. Ma alla fine la vittoria va ad un’altra vettura di Maranello, quella di Riccardo Chiesa e Matteo Greco, con la Easy Race.

 

Campionato Italiano Gran Turismo Sprint. Gara 1

Monza, 17 ottobre 2020

  1. Stefano Comandini / Marius Zug (BMW M6 GT3 / BMW Team Italia) 52:47.961, 28 giri
  2. Yuki Nemoto / Tuomas Tujula (Lamborghini Huracán GT3 Evo / Vincenzo Sospiri Racing) 0.700
  3. Riccardo Agostini / Mattia Drudi (Audi R8 LMS GT3 / Audi Sport Italia) 3.844
  4. Kikko Galbiati / Giovanni Venturini (Lamborghini Huracán GT3 Evo / Imperiale Racing) 15.612
  5. Giorgio Roda / Alessio Rovera (Ferrari 488 GT3 / AF Corse) 15.820
  6. Danny Kroes / Leonardo Pulcini (Lamborghini Huracán GT3 Evo / Vincenzo Sospiri Racing) 16.178
  7. Lorenzo Ferrari / Loris Spinelli (Mercedes-AMG GT3 / Antonelli Motorsport) 25.082
  8. Daniele Di Amato / Alessandro Vezzoni (Ferrari 488 GT3 / RS Racing) 27.206
  9. Alex Frassineti / Lorenzo Marcucci (Lamborghini Huracán GT3 Evo / LP Racing) 28.058
  10. Matteo Cressoni / Simon Mann (Ferrari 488 GT3 / AF Corse) 46.685
  11. Stefano Pezzucchi (Mercedes-AMG GT3 / Krypton Motorsport) 48″141 Gt3 Am
  12. Matteo Greco / Riccardo Chiesa (Ferrari 488 Challenge / Easy Race) 1 giro Gt Cup
  13. Alessandro Baccani / Paolo Venerosi (Porsche 997 GT3 / Ebimotors) 1 giro
  14. Alessandro Berton / Luca Demarchi (Ferrari 488 Challenge / RS&R) 1 giro
  15. Francesco Massimo De Luca / Luca Segù (Mercedes-AMG GT4 / Nova Race) 2 giri Gt4
  16. Andrea Belicchi / Jody Vullo (Mercedes-AMG GT4 / SVC Sport Management) 2 giri
  17. Paolo Gnemmi / Riccardo Pera (Porsche Cayman / Ebimotors) 2 giri
  18. Francesco Guerra / Simone Riccitelli (BMW M4 GT4 / BMW Team Italia) 2 giri
  19. Sabino De Castro / Gianluigi Piccioli (Porsche Cayman / Ebimotors) 2 giri
  20. Alberto De Amicis / Mattia Di Giusto (Porsche Cayman / Ebimotors) 2 giri Gt4 Am
  21. Giacomo Riva / Daniel Vebster (Porsche Cayman / Centro Porsche Ticino) 2 giri
  22. Luca Magnoni (Mercedes-AMG GT4 / Nova Race) 2 giri
  23. Paolo Meloni (BMW M4 GT4 / W&D Racing Team) 2 giri
  24. Peter Larsen / Johan Rosen (Ginetta G55 GT4 / Primus Racing) 3 giri
  25. Marco Cassarà / Alex De Giacomi (Porsche 991 GT3 / Dinamic Motorsport) 7 giri

Non classificato: Sean Hudspeth / Mattia Michelotto (Ferrari 488 GT3 / Easy Race)

Giro più veloce: Mattia Drudi (Audi R8 LMS GT3 / Audi Sport Italia) 1:48.933, 8° giro

 

Share Button