International GT Open
Spa: Gara 1 a Mac-Pier Guidi

Spa: Gara 1 a Mac-Pier Guidi

Terza affermazione per Mikkel Mac e Alessandro Pier Guidi, che dopo avere portato al successo nelle due gare dell’Estoril la Ferrari 488 GT3 della Luzich Racing, si sono imposti in Gara 1 a Spa, terzo dei sette appuntamento dell’International GT Open. Con questa vittoria il danese ha inoltre potuto ulteriormente estendere il proprio vantaggio in vetta al campionato.

Due Lamborghini nelle prime tre posizioni in Belgio, quelle del team Imperiale Racing, con Giovanni Venturini e Jeroen Mul secondi, seguiti dai loro compagni di squadra Riccardo Agostini e Rik Breukers.

A conquistare la prima pole del weekend è stato tuttavia David Perel, che ha mantenuto il comando con l’altra Ferrari schierata dalla Rinaldi Racing seguito inizialmente da Mac e dalla BMW M6 di Richard Gonda, mentre un contatto nelle prime fasi con la Huracán di Adrzej Lewandowski è costato caro ad Andrea Montermini, scivolato in ultima posizione con la 488 GT3 della RS Racing che aveva piazzato nona in qualifica e poi protagonista di una rimonta.

La situazione non ha riservato comunque grandi sorprese per il primo quarto d’ora. Poi Venturini ha superato il compagno di squadra Agostini portandosi quarto. Alberto Di Folco, ottavo con un’altra Lamborghini del Target Racing, ha invece iniziato ad attaccare il compagno di marca Toby Sowery (settimo), riuscendo a passarlo assieme alla Ferrari di Marco Cioci. Venturini si è lanciato all’inseguimento di Gonda, mentre Agostini si è dovuto guardare le spalle dalla Ferrari di Rinat Salikhov. In coincidenza con l’apertura dei pit stop, il russo ha superato Agostini alla Bus Stop, effettuando però un taglio di variante e restituendo dopo un poco la posizione al padovano.

Dopo le soste a passare al comandando approfittando dei giochi degli handicap tempo è stato Mul, salito al volante al posto di Venturini. Ma l’olandese si è trovato pressato dalla Ferrari di Pier Guidi. Intanto Salikhov si è dovuto ritirare. Breukers invece è risalito terzo davanti a Joel Ericksson, che aveva preso il posto di Gonda. Grande lotta per il quinto posto tra Matt Griffin, Fran Rueda, Vadim Kogay (il quale ha rilevato Perel), Giuseppe Cipriani ed il rientrante Edoardo Liberati.

A 19 minuti dal termine il sorpasso all’esterno a Les Combes con cui Pier Guidi si è portato in testa. Con l’approssimarsi del traguardo Kogay è finito fuori per un errore. A Liberati, settimo, sono stati preannunciati tre secondi di penalizzazione per non avere rispettato il limite di tempo imposti ai box. Daniele Di Amato, decimo in rimonta sulla vettura che ha avuto in consegna da Montermini, è stato invece punito con cinque secondi per avere oltrepassato il track limit.

All’arrivo Pier Guidi ha preceduto Mul di quasi cinque secondi, con Breukers notevolmente più distanziato. Quarto ha concluso Ericksson, davanti a Rueda, Griffin, Wolfgang Reip, Liberati, Tom Onslow-Cole e Fabrizio Crestani a completare la top 10.

 

Risultati

  Driver Team Time Download Results
Race 1 Mac/Pierguidi Ferrari 488 GT3 / Luzich Racing 1h11:08.468 »
Qualifying 1 David Perel Ferrari 488 GT3 / Rinaldi Racing 2:15.807 »
Race 2 Rueda/Saravia BMW M6 GT3 / BMW Teo Martin 1h02:05.582 / 26 laps »
Qualifying 2 Fran Rueda BMW M6 GT3 / BMW Teo Martin 2:15.811 »
Free Practice 1 Mac/Pierguidi Ferrari 488 GT3 / Luzich Racing 2:18.840 »
Free Practice 2 Rueda/Saravia BMW M6 GT3 / BMW Teo Martin 2:18.168 »
Share Button