Eurogtsprint
Sette appuntamenti per l’Eurogtsprint

Sette appuntamenti per l'Eurogtsprint

La GTSprint giunge alla sua quinta stagione con la nuova titolazione di Eurogtsprint. Ma nella sostanza, nome a parte, sono diverse le novità che si preannunciano per la categoria. La più importante è quella del ritorno al format delle due gare di 40′ senza il cambio pilota per ciascun weekend (sono ammessi gli equipaggi doppi, ma in questo caso i due conduttori disputeranno una gara ciascuna), precedute da due turni di prove libere di 45’ e due qualifiche di 15’.

Sette gli appuntamenti, con il via il prossimo 6 aprile da Monza, proseguendo con le tappe di Budapest (4 maggio), Mugello (18 maggio), Brno (22 giugno), Portimão (20 luglio), Magny-Cours (7 settembre) e Imola (12 ottobre). Un calendario dunque internazionale, di volta in volta in abbinamento con WTCC, Ferrari Challenge Europe, GT Tour (il campionato francese GT) e Campionato Italiano Granturismo.

Un’altra novità riguarda l’organizzazione, che fa capo alla ADM Organization con base operativa presso l’autodromo di Vallelunga. FG Group, in partnership con Wige Media (che si occuperà della copertura televisiva), gestirà invece gli aspetti del marketing e comunicazione, mentre le relazioni con la stampa saranno curate da Garage Group.

La GTSprint, anno della sua nascita, ha visto disputare 56 gare. A conquistare il titolo nella prima edizione era stato il binomio Alessandro Bonetti-Maurizio Mediani (Ferrari). L’anno dopo si sono invece imposti Giuseppe Cirò-Gaetano Ardagna Perez, sempre su una vettura di Maranello. Andrea Palma si è laureato campione nel 2012 con una 458 Italia GT2, mentre lo scorso anno il successo è andato al tedesco Thomas Schöffler con la Audi R8 LMS.

Share Button