Lamborghini Super Trofeo Asia
Sesto centro per Cozzolino-Yazid

Sesto centro per Cozzolino-Yazid

La prima gara del quarto appuntamento del Lamborghini Super Trofeo Asia è stata segnata dal successo del binomio formato dall’italo-giapponese Kei Cozzolino e dal malese Afiq Yazid. L’equipaggio del team Clazzio Racing ha conquistato la sua sesta vittoria stagionale che li mette nelle condizioni di ipotecare il titolo 2017, anche se al termine della stagione mancano ancora due appuntamenti.

Yazid, chiamato a sostenere il primo stint di guida, è stato protagonista nei giri iniziali di una lotta con l’olandese Rik Breukers, che scattava dalla pole con la vettura della GDL Racing, e l’italiano Edoardo Liberati (Emperor Racing). Breukers ha mantenuto il comando per sei giri, ma in seguito ha dovuto cedere il passo a entrambi. Da lì in avanti le prime posizioni sono rimaste invariate fino all’apertura dei pit-stop. Yazid nel frattempo era riuscito a guadagnare un certo margine di vantaggio, facendo anche segnare il giro più veloce di 1’41”672, e questo ha consentito a Cozzolino di mantenere agevolmente la prima posizione e di tagliare il traguardo con 22 secondi sull’altra vettura della Emperor Racing divisa dall’italiano Andrea Amici e dal giapponese Masmi Kageyama, che nel frattempo ha rimontato diverse posizioni.

Un incidente con un doppiato ha invece costretto al ritiro quando mancavano poche curve all’arrivo e mentre si trovava saldamente secondo Toshihiro Kaneishi, che nei cambi aveva preso il posto di Liberati. Il terzo posto assoluto è andato quindi al Team Lazarus, grazie all’ottima condotta di Artur Janosz e Toby Sowery.

Nigel Farmer, che è subentrato al posto di Breukers, a causa di un testacoda ha perso del tempo prezioso e la leadership della PRO-AM a vantaggio della Huracán del HoJust Racing condotta dai giapponesi Takeshi Matsumoto e Toshiyuki Ochiai, quinti assoluti alle spalle dell’italiano Riccardo Agostini, trasparente ai fini della classifica e al suo debutto nella stessa serie asiatica. Secondo posto di classe per Carrie Schreiner e Richard Goddard con la FFF Racing by ACM.

Nella AM, sesta vittoria stagionale anche per l’indonesiano Andrew Haryanto, anche lui sempre più proiettato verso la conquista del titolo e autore di una gara senza sbavature in coppia con Doyun Hwang sulla vettura del team X-One Racing.

Sesto successo anche per il tailandese Supachai Weeraborwornpong (Top Speed Racing) nella Lamborghini Cup, davanti all’italiano  della Petri CorseGabriele Murroni.

Share Button