Varie
Scuola Federale: Pirro nuovo supervisore
Photo Credit: ACI Sport

Scuola Federale: Pirro nuovo supervisore

Cinque vittorie alla 24 Ore di Le Mans, 40 presenze in Formula 1 tra il 1989 e il ’91, con Benetton e Dallara, ma ancora prima collaudatore della McLaren iridata con Ayrton Senna. Oggi Emanuele Pirro sarà un riferimento anche per il nuovo ruolo che è chiamato a svolgere. Il romano, 59 anni, è stato infatti nominato Supervisore della Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto”. Una carica fino ad ora ricoperta da un altro grande nome che risponde a Giancarlo Minardi, attuale Presidente della Commissione Velocità ACI Sport.

Pirro, che fino al 2020 è stato anche Presidente della Commissione Karting ACI Sport, affiancherà dunque il direttore della Scuola Federale Raffaele Giammaria.

Mi fa molto piacere questo incarico per più di un motivo – ha commentato Pirro – La Scuola a mio avviso è un fiore all’occhiello della Federazione e dell’automobilismo tricolore. Per me è importante, dato che ho visto nascere e sviluppare il progetto prima con Cristiano del Balzo, poi con Raffaele Giammaria da direttore, che sono due belle persone. In tutti questi anni è stato fatto un lavoro eccellente che ha aiutato molto il nostro movimento sportivo. Detto questo, credo che la Scuola abbia ancora la possibilità di crescere, anche in terreni inesplorati. Quindi quest’opportunità da Supervisore è per me anche una bella sfida. Mi onora aver preso il posto di Giancarlo Minardi, persona che stimo molto e che per l’automobilismo italiano ha fatto tanto vorrei anche aggiungere che il titolo a Michele Alboreto è un motivo in più che va dritto al cuore”.

Lo stesso Minardi, dall’alto della sua esperienza e capacità di talent scout, ha sottolineato che non farà mancare il suo supporto alla Scuola Federale. “Quello portato avanti in questi anni nella Scuola Federale è stato un lavoro d’equipe, con Raffaele Giammaria come direttore e con il supporto fondamentale di tutti gli istruttori e collaboratori – racconta l’ex team manager di Formula 1 faentino – È evidente lo step di crescita effettuato di recente, anche attraverso lo sviluppo delle attività di monitoraggio, scouting e tutoraggio, in particolare nel karting, ma anche negli altri settori. La Scuola è diventata un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale. Tutto il mondo ci copia, vuol dire che sono state fatte grandi cose. Sono davvero contento per l’arrivo di Emanuele Pirro, pilota e professionista che ha fatto tutta la trafila e porterà tanta esperienza in più alla Scuola Federale. Ho sponsorizzato il suo arrivo perché sono sicuro che farà molto bene e porterà una ventata di novità e positività. Per quanto mi riguarda vorrei comunque rimanere vicino alla Scuola, non so ancora in che modo o veste, ma sono legato a questo progetto che trovo di fondamentale importanza per il nostro automobilismo”.

Tra gli incarichi istituzionali avuti negli ultimi anni, subito dopo avere interrotto la sua carriera di pilota, Pirro è stato prima commissario in Formula 1 e poi nella Drivers Commission, nella Endurance Commission, nella Circuit Commission e nella Historic Commission (velocità) sempre della FIA e poi alla Commissione Pista.

Share Button