Campionato Italiano Gran Turismo
Rovera sulla Mercedes di Antonelli

Rovera sulla Mercedes di Antonelli

Un altro nome importante si aggiunge alla lista dei protagonist del Campionato Italiano Gran Turismo che prenderà il via da Monza a inizio aprile. Sarà il giovane Alessio Rovera a guidare infatti una delle due nuove Mercedes-AMG GT3 schierate dal team Antonelli Motorsport nelle due serie Endurance e Sprint.

Nel campionato di durata, ad affiancare il 23enne varesino ci sarà inoltre il russo Alexander Moiseev, mentre il terzo pilota deve essere ancora annunciato.

Nel 2013 campione della Formula Abarth e quattro anni dopo vincitore del titolo della Carrera Cup Italia, dalle monoposto Rovera ha iniziato un percorso di crescita culminato appunto nelle ruote coperte. Quella del Tricolore GT per lui sarà una sfida completamente inedita, che ben si coniuga in ogni caso con il nuovo impegno del team Antonelli Motorsport, legato nella circostanza al marchio della stella a tre punte.

Alessio aveva provato con noi ai tempi della Carrera Cup Italia, ma poi decise di continuare a correre in monoposto – ha commentato Marco Antonelli A distanza di anni le nostre strade si incontrano di nuovo. Ci fa piacere che Rovera, dopo aver fatto bene in Porsche, ci abbia cercato per lanciarsi definitivamente nel mondo del motorsport. E per questo cercheremo di metterlo nelle migliori condizioni possibili”.

Quella del Campionato Italiano Gran Turismo con Antonelli Motorsport e la Mercedes-AMG GT3 è una sfida tutta nuova, prestigiosa e per questo già emozionante. Arriva al momento giusto della mia carriera – ha aggiunto Alessio Rovera Avrò a disposizione una GT3 che non vedo l’ora di provare e per la prima volta vivrò l’esperienza di condividere la vettura con altri piloti per un intero campionato. Antonelli Motorsport è un team di massimo livello. Sono fiducioso, in vista del lavoro che ci attende insieme alla squadra per presentarci competitivi fin dal primo round di Monza. Sarà davvero interessante il confronto che ci vedrà competere anche con piloti dalla lunga esperienza e su auto differenti in un “doppio” Tricolore che si annuncia quanto mai entusiasmante e selettivo”.

Share Button