Carrera Cup Italia
Rovera domina Gara 1

Rovera domina Gara 1

Alessio Rovera vince e convince Gara 1 a Vallelunga nel terzo round della Carrera Cup Italia. Il 22enne pilota varesino di Tsunami RT – Centro Porsche Padova ha dominato dall’inizio partendo, peraltro, dalla pole position conquistata nella mattinata.

Un successo che gli permette di accorciare le distanze, sia pure in modo sensibile, dalla vetta della classifica generale del campionato che appartiene ancora a Riccardo Pera. Quest’ultimo, portacolori della Ebimotors, è scattato dal terzo posto ma ha chiuso Gara 1 in quarta posizione dopo che Enrico Fulgenzi lo ha scavalcato nei primi metri di gara. Il 30enne jesino di Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina si è esaltato su uno dei tracciati che predilige e a metà gara è andato anche a prendersi la piazza d’onore dietro a Rovera con un sorpasso deciso ai danni di Gianmarco Quaresmini. Il 21enne bresciano di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna, che scattava in prima fila accanto al vincitore, è poi riuscito a resistere agli attacchi di Pera e conservando il terzo posto è salito sul podio per la seconda volta in stagione.

Dietro a Pera, quarto, in quinta piazza ha concluso Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) dopo una corsa molto regolare.

Alessio Rovera (1°) ha detto: “Sono scattato molto bene dalla pole e poi ho approfittato dei duelli alle mie spalle per guadagnare del margine prezioso. La macchina era incredibile nei primi giri e poi nel finale ho potuto amministrare. Sono davvero felice, ma in un campionato così combattuto ci sarà da lottare fino all’ultima gara”.

Enrico Fulgenzi (2°) ha affermato: “In gara ho avuto a disposizione una vettura davvero consistente e a mano a mano il mio ritmo è sempre migliorato. Questo risultato è un tassello di grande valore nel mio cammino verso la vetta della classifica”.

Gianmarco Quaresmini (3°) ha commentato: “Sono felice per il podio. Peccato soltanto per la sbavatura che ha favorito il sorpasso di Fulgenzi. Poi mi sono difeso bene da Pera e ho controllato fino al traguardo. L’obiettivo era recuperare punti e ce l’abbiamo fatta”.

Share Button