Trofeo Super Cup
Rossetti “bis” a Magione

Rossetti “bis” a Magione

Il 2018 si conferma come l’annata dei record per il Trofeo Super Cup, il campionato riservato a vetture Turismo e GT giunto alla sua quarta edizione.

Dopo aver fatto segnare il sold-out in occasione del precedente appuntamento di Misano, anche il terzo round stagionale andato in scena sul tracciato di Magione ha fatto registrare numeri importanti, con oltre cinquanta vetture al via sul tortuoso tracciato umbro.

Un weekend ricco di bagarre e spettacolo in pista con i protagonisti che (suddivisi in Prima e Seconda Divisione, in base alle performance delle vetture) hanno regalato quattro gare incerte e combattute sino all’ultima curva.

A fare la voce grossa ci hanno pensato in Prima Divisione le Porsche dell’ucraino Andrii Iefimenko e dell’esperto Max Pigoli, i quali si sono spartiti il bottino in palio aggiudicandosi una gara ciascuno, mentre nella Seconda Divisione Luca Rossetti si è confermato il re di Magione aggiudicandosi entrambe le gare al volante della Mini Cooper S. Particolarmente accesa anche la lotta per il successo nelle singole classi, con i piloti che ora saranno chiamati all’attesissimo appuntamento sull’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, in programma a fine Luglio.

Nella Prima Divisione, dunque, i tre mattatori del podio sono loro: Max Pigoli, Andrii Iefimenko e Lucio Gioffrè, i quali si sono confermati gli uomini da battere nelle gare svoltesi lungo i 2507 metri dell’autodromo intitolato a Mario Umberto Borzacchini. Dopo aver realizzato una splendida pole position (precedendo per pochi millesimi il debuttante “Togo”), l’ucraino ha conquistato il suo primo successo stagionale in gara-1, respingendo nel finale gli attacchi di Pigoli e Gioffrè, complice anche l’ingresso della Safety Car. La seconda manche ha nuovamente visto le vetture della Casa di Stoccarda grandi protagoniste, con un Pigoli scatenato che è riuscito a rimontare dalla quarta piazza riuscendo a precedere nell’ordine Iefimenko, Gioffrè e la Cadillac di Roberto Del Castello.

Di conseguenza, ad avere la meglio nella graduatoria riservata alla Supercars Series ed alla classe GT2 sono stati gli stessi Iefimenko e Pigoli, mentre in GT1 Alessandro Nervi (Autorlando Sport) ha preceduto i portacolori della Beelspeed, Enrico Martini e Roberto Sacco. Doppio successo nella Turismo V8 per Roberto Del Castello davanti ad Antonio Cardone (Audi RS4) ed alla figlia Luli (Chevrolet Lumina), così come per Arturo Pucciarelli (Alfa 147) nella E1 2.0 davanti a Borsini e Ottuzzi. Grande bagarre nella Turismo 1, con il pilota diversamente abile Giulio Valentini (Seat Leon DSG) che ha conquistato il successo in gara-1, prima di doversi arrendere al rientrante Valmiro Presenzini (BMW 320T) nella seconda prova. Infine, la lotta per il successo tra le Mitjet ha visto prevalere nella prima manche Giovanni Faraonio (Scuderia Costa Ovest), a sua volta preceduto nella manche successiva da Nicolò e Massimiliano Pezzuto.

In Seconda Divisione. Dopo il successo conquistato lo scorso anno, Luca Rossetti si è confermato sul gradino più alto del podio nel raggruppamento riservato alle vetture di piccola e media cilindrata, centrando un perentorio doppio successo al volante della sua Mini Cooper S. In entrambe le gare alle sue spalle si è piazzato l’alfiere del Faro Racing, Fabrizio Tablò (Clio RS Cup), mentre Gianfranco Billo ha colto il terzo posto in gara-1 approfittando di una penalità inflitta a Dalla Bona, con Walter Lilli che si è invece accomodato sul terzo gradino dell’assoluta al termine della seconda manche.
Lo stesso Tablò ha dunque rafforzato la propria leadership nella Clio RS Cup, al pari di Eliseo Cruciani (Citroen Saxo), mattatore nella RS Plus 1.6 davanti a Massaini e Maffia. Complice il dominio di Rossetti, Fausto Flavi e Luigi Gallo si sono dovuti accontentare di fargli compagnia sul podio della Turismo 3, mentre nella Turismo 4 Gianfranco Billo (Peugeot 206 RC) e Marco Tibiletti (Honda Civic) hanno preceduto il duo Vezzosi-Febbraro. Presenza femminile sul podio della classe Turismo 5, con Chiara Galli (Peugeot 106) subito alle spalle di Andrea Bonifazi e Ivan Fabris, mentre il campione in carica Fausto Amendolagine si è ripreso il trono nella Turismo 6, precedendo in entrambe le occasioni Tonino Scocco. Infine, poca fortuna per Pino Severino (CLG Bloise Motorsport), costretto all’abbandono in gara-1 per i danni subiti dalla sua Clio 1.6 T in seguito ad un doppio contatto prima con Beltrami e poi con Lilli.

“È stato un week-end davvero magnifico, con tantissime vetture in pista – Giordano Giovannini promoter Trofeo Super Cup – ed un interesse nei nostri confronti che va crescendo di gara in gara. Anche in questa occasione abbiamo assistito a delle gare davvero avvincenti e combattute, e siamo sicuri che la stessa cosa capiterà anche a Imola nel prossimo appuntamento, quando saremo all’interno di un contesto agonistico di assoluto prestigio che darà ancora più valore e visibilità al nostro lavoro. Un ringraziamento va a tutti i piloti e ai team che credono fermamente in noi: il grande sogno del Trofeo Super Cup continua!”.

Il campionato promosso da A.S.D. Italia Corse tornerà in azione nel weekend del 28-29 luglio, quando sarà proprio il circuito che sorge sulle sponde del Santerno ad ospitare il quarto appuntamento di una stagione che diventa sempre più interessante.

Share Button