British GT
Riparte anche il British GT

Riparte anche il British GT

Anche il British GT è pronto a ripartire. Sarà il circuito di Oulton Park a ospitare il prossimo fine settimana (1 e 2 agosto), il primo dei sei appuntamenti di un calendario rivisitato che si articolerà su un totale di nove gare. Due quelle da 60 minuti ciascuna che si disputeranno il prossimo fine settimana, dove si attende uno schieramento di 21 macchine (12 GT3 e 9 GT4).

Ci sarà di nuovo il team campione in carica Barwell Motorsport, che schiererà due Lamborghini Huracán GT3 Evo, una per la coppia Adam Balon e Phil Keen (che a Oulton Park ha conquistato la pole nelle ultime due edizioni) e l’altra per la leggenda del BTCC Rob Collard, che si altererà con il 20enne scozzese Sandy Mitchell. Un’altra Lamborghini sarà quella del WPI Motorsport con Michael Igoe e Dennis Lind.

Con la Mercedes-AMG della RAM Racing ci sarà Ian Loggie, affiancato dal factory driver Yelmer Buurman. Con i colori della stessa squadra si presenteranno al via Sam De Haan ed il nuovo arrivo Patrick Kujala (che ha corso precedentemente con la Lamborghini). Una terza Mercedes di precedente generazione verrà schierata dalla ABBA Racing per Richard e Sam Neary (padre e figlio).

Il team AF Corse UK porterà in pista l’unica Ferrari 488 GT3. Per la casa di Maranello si tratterà di un ritorno nel British GT con il binomio anglo-irlandese Duncan Cameron e Matt Griffin.

Una anche la Bentley Continental GT3 di seconda generazione, divisa da Nick Jones e Scott Malvern (campioni GT4 nel 2018) che correranno con il Team Parker.

Quattro sono le McLaren 720S GT3. Con la Optimum Motorsport correranno  Ollie Wilkinson e Lewis Proctor (che arriva dalla GT4). Due vetture inglesi saranno schierate dalla 2 Seas Motorsport, squadra all’esordio nella serie. Su una ci saliranno Dean Macdonald e Angus Fender. Con il Jenson Team Rocket RJN si presenteranno al via il pilota Junior Michael O’Brien e James Baldwin.

Share Button