Carrera Cup Italia
Raptor raddoppia con Bacci e Barri

Raptor raddoppia con Bacci e Barri

Doppio impegno nella Carrera Cup Italia, in occasione dell’ultimo appuntamento di Monza, per il team Raptor Engineering. Il team modenese scende in pista schierando una seconda Porsche 911 GT3 Cup con il supporto del Centro Porsche Catania, portando all’esordio assoluto nella serie il giovanissimo Alessio Bacci.

Il pilota toscano, con un ottimo trascorso nel karting, è anche al suo debutto al volante di una GT dopo avere svolto un test proprio a Monza la scorsa settimana. Ad affiancarlo, su un’altra vettura, ci sarà Giacomo Barri, che dopo avere fatto la sua prima positiva apparizione con la squadra guidata da Andrea Palma nella tappa del Mugello (centrando un settimo posto in rimonta, con il bagnato, in Gara 1 e poi chiudendo sesto nella seconda gara del weekend), si ripresenterà al via con ambizioni importanti.

“Quello di Monza è un weekend importante per diversi aspetti. Il primo è il fatto che debuttiamo con due vetture: è un orgoglio riuscirci in questa finale e in un momento generale così complesso, ma sarà anche più impegnativo e coinvolgerà più componenti nel team, il che sarà utile in ottica team building, per fare squadra – ha commentato Palma – Dopo il buon exploit di Barri al Mugello, ottenere una conferma o magari qualcosa di più sarebbe ideale in vista del prossimo anno. Giacomo è un professionista. Fondamentale a Monza sarà lavorare tutti nella stessa direzione. Anche con Bacci. Alessio non ha ancora 18 anni e ora deve stare in macchina e imparare attraverso un approccio più da allenamento che da competizione pura. Monza è un banco prova in cui certamente potrà testare le proprie capacità, ma soprattutto concentrarsi sul prendere più confidenza possibile con auto e squadra. Poi vedremo se magari ci sarà qualche altra occasione di macinare ulteriori chilometri entro fine anno. Il desiderio di intraprendere un percorso c’è e Raptor è disposta a farlo crescere seguendolo nel migliore dei modi”.

Alla fine, tirando le somme, quella di Monza sarà una questione di consonanti tra Barri e Bacci. Una strana coincidenza che magari può anche essere di buon auspicio per il team emiliano.

Share Button