Campionato Italiano Gran Turismo
Pole della BMW a Pergusa nel GT italiano

Pole della BMW a Pergusa nel GT italiano

La BMW del team Ceccato Motor partirà in pole nella prima gara della stagione del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance in programma sul circuito siciliano di Pergusa. Grazie soprattutto al secondo miglior tempo ottenuto nelle rispettive sessioni dal tedesco Marius Zug e dal canadese Bruno Spengler, che si dividono il volante con Stefano Comandini, la vettura della Casa bavarese ha messo dietro al termine dei tre turni di qualifica la Ferrari della Easy Race di Luca Filippi, Maurizio Crestani e Matteo Greco.

Seconda fila per la Audi di Riccardo Agostini, Lorenzo Ferrari e Mattia Drudi, che avevano saltato l’ultimo turno di prove libere per un problema al cambio, e la Lamborghini della Imperiale Racing con cui l’inglese Stuart Middleton è stato il più veloce nella seconda sessione di prove ufficiali, mentre Andrea Amici era risultato secondo nella Q1, con Alberto Di Folco un po’ più indietro nel terzo turno.

Qualifica 1. Prima sessione di qualifica interrotta a cinque minuti dalla fine con una bandiera rossa e poi ripresa con David Perel in quel momento al comando con la Ferrari del team Kessel Racing grazie al tempo di 1’35”318 fatto segnare precedentemente, di 261 millesimi migliore di quello della Lamborghini Imperiale Racing di Andrea Amici, con l’altra Ferrari di AF Corse guidata da Giancarlo Fisichella terza. Poi a portarsi secondo è stato Matteo Greco, con la Ferrari di Easy Race. Quindi è stato il turno di Matteo Cressoni, con 1’34”938 passato in testa alla classifica sempre con una Ferrari della AF Race. Cressoni al suo secondo giro lanciato è sceso ancora, facendo segnare 1’34”7134. A 173 millesimi Amici è risalito secondo. Bandiera a scacchi, con Perel terzo davanti a Greco e Fisichella.
Top-5
1. Matteo Cressoni (Ferrari) 1:34.713
2. Andrea Amici (Lamborghini) 1:34.886
3. David Perel (Ferrari) 1:35.318
4. Matteo Greco (Ferrari) 1:35.371
5. Giancarlo Fisichella (Ferrari) 1:35.467

Qualifica 2. Il primo a fare segnare un tempo rilevante a metà sessione è stato Luca Filippi, con la Ferrari della Easy Race autore di 1’34”904. Alle sue spalle si è inizialmente portata la Audi di Riccardo Agostini, anche se il padovano ha accusato quasi un secondo di distacco, venendo poi scavalcato dalla Lamborghini di Stuart Middleton (Imperiale Racing), che ha ottenuto il tempo di 1’35”033. Poi Agostini si è riportato secondo con 1’34”971, di soli 67 millesimi dalla pole provvisoria di Filippi. A meno di due minuti dal termine Marius Zug ha portato in terza posizione la Bmw M6 GT3 di Ceccato. Poi Agostini ha ottenuto 1’34”624 che gli ha consentito di balzare in testa. Alle sue spalle a un minuto esatto è risalito Middleton, indietro di soli sette millesimi nei confronti della Audi. Dopo è stato ancora Zug a fare bene passando davanti con 1’34”486. Ma meglio del tedesco ha fatto ancora Middleton, che ha chiuso primo con 1’34”083.
Top-5
1. Stuart Middleton (Lamborghini) 1:34.083
2. Marius Zug (BMW) 1:34.486
3. Riccardo Agostini (Audi) 1:34.624
4. Luca Filippi (Ferrari) 1:34.761
5. Karol Basz (Audi) 1:35.894

Qualifica 3. Il primo a scendere sotto 1’35” è stato Matteo Cressoni, autore con la Ferrari della AF Corse di 1’34”678. Subito dopo a passare davanti è stato Perel. Quindi è stato il turno di Antonio Fuoco, che ha staccato 1’33”904 con l’altra 488 GT3 della AF Corse. Poi ancora Cressoni davanti, con 1’33”879. Intanto terzo è risalito Bruno Spengler con la BMW M6 GT3 di Ceccato. Il canadese a cinque minuti dal termine è stato scavalcato da Perel, che ha fermato il cronometro su 1’33”915. Con 1’33”061 Fuoco si è migliorato ancora. Spengler si è portato secondo a due decimi e mezzo dal cosentino.
Top-5
1. Antonio Fuoco (Ferrari) 1’33”061
2. Bruno Spengler (BMW) 1’33”307
3. Fabrizio Crestani (Ferrari) 1’33”843
4. Matteo Cressoni (Ferrari) 1’33”879
5. David Perel (Ferrari) 1’33”915

Share Button