TCR Italy
Pit Lane convince a Imola

Pit Lane convince a Imola

Un ottimo inizio di stagione quello della Pit Lane Competizioni, che a Imola, nel primo appuntamento del TCR Italy, si è presentata schierando al via cinque vetture di tre differenti marchi. Sul circuito del Santerno, a convincere è stato innanzitutto Enrico Bettera (nella foto), due volte sul podio assoluto e grande protagonista con la sua Audi RS3 LMS, mentre Andrea Larini ha coronato nel migliore dei modi il suo ritorno in pista mettendo tutti dietro nelle fasi iniziali di Gara 2 e chiudendo poi al terzo posto. Nicola Baldan è stato invece autore di una grande rimonta che sempre in Gara 2 lo ha portato a risalire dalla diciassettesima piazza fino a sfiorare il podio. Giovanni Altoè ha dominato le classifiche del Trofeo DSG e Under 25, ottenendo buone posizioni anche nell’assoluta. Ermanno Dionisio è infine salito due volte sul podio del Trofeo riservato ai piloti AM e ha colto il terzo posto tra le vetture dotate di cambio DSG.

Bettera, come già detto, ha regalato spettacolo con una prestazione decisamente convincente. Grazie a due gare intelligenti, il bresciano ha conquistato il terzo posto in Gara 1 dopo un emozionante arrivo al fotofinish, chiudendo ad appena 6 millesimi da Salvatore Tavano, mentre nella manche del pomeriggio si è migliorato ulteriormente portando a casa una piazza d’onore che lo ha proietta subito alle spalle del leader della classifica generale Luigi Ferrara.

Sono davvero felice. Salire due volte sul podio era oltre le più rosee previsioni alla vigilia – ha commentato Bettera – La vettura era perfetta, segno che i ragazzi della Pit Lane Competizioni hanno lavorato molto bene. Al di là del risultato, sono davvero contento perché tenevo il passo di piloti come Ferrara e Tavano. È senz’altro un ottimo modo di iniziare la stagione“.

Con un weekend tutto in crescendo, Larini ci ha messo ben poco a toglier via la ruggine accumulata in quattro anni di stop e, dopo una Gara 1 tutta all’attacco conclusa con un lusinghiero quinto posto, il pilota di Camaiore ha condotto la sua Cupra TCR al comando nei primi giri di Gara 2. Poi Larini, complice un problema ai freni, ha dovuto rallentare il ritmo, facendo suo comunque il terzo gradino del podio che lo issa al quinto posto della classifica generale.

Decisamente movimentato il fine settimana di Baldan, al debutto con la nuovissima Hyundai i30N TCR. La Pakelomobile si è ben comportata nelle prove, firmando il giro più veloce delle prove libere e conquistando la prima fila in qualifica, ma un problema elettrico l’ha ammutolita alla partenza di Gara 1, costringendo il veneto a una straordinaria rimonta dalla ventiseiesima alla dodicesima piazza finale, nonostante due safety car. Anche se dopo gara, una penalità ha nuovamente spinto indietro Baldan nella classifica fino alla diciassettesima posizione. La rossa Hyundai numero 8 ha quindi preso il via di Gara 2 dalla nona fila e Baldan è stato poi bravo a portarla fino al quarto posto, negli scarichi della vettura di Larini. La bandiera rossa ha però fermato la cavalcata della Pakelomobile quando era già in lotta per il podio, rispingendola al quinto posto finale. In ogni caso, quella di Imola per Baldan è stata una dimostrazione di forza e di determinazione.

Altoè ha convinto e vinto, al debutto con la Audi RS3 LMS. Il pilota di Adria è stato per tutto il fine settimana il riferimento per i rivali dotati di vetture con il cambio DSG, grazie alla pole e ai due successi di classe nelle due manche in programma. Non contento, Altoè si è anche imposto tra gli Under 25. “Un weekend perfetto, condito dalla pole assoluta di Gara 2 – ha commentato Altoè – Sono orgoglioso di quello che con il mio ingegnere Sebastiano e tutta la squadra abbiamo fatto. Primo tra le DSG, primo tra gli Under 25 e in “top 10” assoluta in campionato. Cosa potevo chiedere di più? Sono davvero al settimo cielo e non vedo l’ora di scendere in pista di nuovo questo fine settimana per la prima gara del TCR Europe. Nuovo contesto, nuovi rivali, nuova sfida, stessa determinazione e voglia di fare bene“.

Con due convincenti prestazioni, Dionisio ha conquistato nell’ordine il terzo e il quarto posto nel Trofeo Nazionale DSG al volante della sua Audi. Una prestazione maiuscola. Soprattutto quella di Gara 1, quando il bresciano è stato costretto a partire dai box ma ha poi rimontato fino alla dodicesima posizione finale. Dionisio è stato poi gran protagonista anche della classifica AM, dove ha colto in entrambe le gare il secondo posto.

Share Button