Campionato Italiano Gran Turismo
Pergusa, la Lambo al comando

Pergusa, la Lambo al comando

Si è conclusa a Pergusa con la Lamborghini di Stuart Middleton la seconda delle tre ore di gara del Campionato Italiano Gran Turismo.

Dopo la prima sosta la Ferrari di Matteo Greco, in quel momento quarta e su cui si accingeva a salire Luca Filippi, si ritira a causa di un problema di temperature. Problemi anche a un pneumatico posteriore sull’altra Ferrari di David Perel.

Poi ancora un colpo di scena alla doppia esse Proserpina, con Stefano Comandini, salito sulla BMW lasciatagli da Marius Zug, che tocca le gomme di protezione e deve rientrare ai box con il posteriore danneggiato.

In testa si ritrova Simon Mann, che ha preso il posto di Matteo Cressoni. Alle sue spalle la Lamborghini che Alberto Di Folco ha lasciato all’inglese Stuart Middleton. Terzo con l’unica Audi rimasta in pista è Riccardo Agostini.

La necessità di rimuovere dalla pista alcuni detriti lasciati dalla BMW e di sistemare delle gomme di protezione richiama in pista per la seconda volta la safety car.

Alla ripartenza Middleton infila alla prima chicane la Ferrari di Mann che fa anche un’escursione sull’erba. Daniel Zampieri con la Ferrari di Baldini supera in slancio la Audi di Agostini e si porta terzo. Poi sia Zampieri che Agostini passano Simon Mann risalendo ancora in seconda e terza posizione.

A un’ora e 17 minuti dalla fine un altro ritiro per le Ferrari, quello di Mann (in quel momento quarto) che finisce la sua gara in una nuvola di fumo. 

Viene comunicata a Middleton la penalizzazione di cinque secondi per un sorpasso con bandiere gialle. Ma l’inglese rimane al comando. Almeno fino a quando non entra in pista la terza safety car a ricompattare ulteriormente il gruppo. 

Alla ripartenza Middleton inizia subito a spingere per ristabilire le distanze. Agostini risale secondo dopo la sosta di Zampieri che lascia il volante a Giancarlo Fisichella che fatica per tenere dietro Antonio Fuoco e David Perel.

Share Button