Campionato Italiano Gran Turismo
Nova Race anticipa il debutto della Honda

Nova Race anticipa il debutto della Honda

Il team Nova Race accorcia i tempi e porta al debutto la nuova Honda NSX GT3 Evo fin dal conclusivo appuntamento di Vallelunga in programma questo fine settimana. Un esordio a sorpresa, visto che i programmi iniziali erano quelli di entrare ufficialmente nella serie tricolore a partire dalla prossima stagione, quando la squadra di lombarda schiererà al via due esemplari della vettura nipponica curate dalla JAS Motorsport.

A tenerla a battesimo sul circuito romano ci saranno il titolare del team Luca Magnoni e l’esperto Marco Bonanomi, nel 2011 campione con i colori Audi. La definizione del programma ha richiesto alla squadra varesina e alla JAS Motorsport, che costruisce le auto giapponesi, di fare praticamente l’impossibile per essere pronti per questo conclusivo round 2020. Un regalo di Natale in anticipo.

“Quest’anno a Vallelunga ho vinto il titolo GT4 Am della serie Endurance e qui inizia la nostra avventura insieme ad Honda e a JAS Motorsport in GT3 – ha commentato Magnoni – Il team, dal general manager Nicola Sinigaglia al più giovane dei meccanici, e la struttura diretta dall’ingegner Mariani, hanno fatto i salti mortali per permettere a Bonanomi e a me di essere della partita. JAS Motorsport inoltre ha alle porte una trasferta dell’Intercontinental GT in Sudafrica e questo non ha reso le cose più facili. Ma grazie al loro aiuto e ai nostri ragazzi ce l’abbiamo fatta”.

Per Magnoni quello di Vallelunga sarà un rientro nel GT3, categoria nella quale in passato ha ottenuto dei risultati lusinghieri insieme a un altro pilota di notevole esperienza come Luca Rangoni, per l’occasione sulla Audi R8 LMS Ultra che ora fa parte della sua collezione di auto. A conferma che quello dell’automobilismo è un mondo piccolo, quella Audi ha lo stesso telaio con cui Bonanomi ha vinto il campionato nel 2011. Il lecchese ed il varesino completeranno un equipaggio Pro-Am e dovranno pagare lo scotto di un handicap tempo di dieci secondi da scontare nel corso dei pit-stop, come previsto dal regolamento.

Bonanomi, già ex pilota ufficiale alla 24 Ore di Le Mans, è un nome di riferimento ed ha guidato la Honda NSX Evo per l’ultima volta in gara nella precedente edizione della 9 Ore di Kyalami. Da allora è tornato al volante in varie sessioni di test di sviluppo e collettivi, incluso quelli del GT World Challenge Europe. Il lecchese conoscendo bene il potenziale della vettura è fiducioso nelle prospettive per Vallelunga. “Un pilota in questa GT3 può apprezzare moltissimo l’eccellente aerodinamica e un motore che rispetta in pieno la tradizione Honda. Sulla pista romana credo che potrà dimostrarsi molto competitiva in particolare nella prima parte del tracciato – ha spiegato Bonanomi – Non bisogna dimenticare però che questa trasferta per vettura, piloti e team è una sorta di warm-up in vista del programma completo 2021 con due auto. Con questo non c’è niente da nascondere: la voglia di fare bene è molta”.

Non preoccupano neppure le possibili condizioni meteo avverse. “Chi ha seguito la 24 Ore di Spa, avrà avuto modo di notare che malgrado alcuni episodi di gara non abbiano premiato col risultato le performance della Honda ufficiale, la vettura in condizioni di pista molto difficili consentiva ai piloti di tenere ritmi molto elevati – ha proseguito Bonanomi – Se a Roma prove e gare saranno in condizioni incerte, la NSX GT3 Evo è una buona macchina per affrontarle”.

Share Button