Campionato Italiano Gran Turismo
Mugello: la BMW torna al successo

Mugello: la BMW torna al successo

È andata alla BMW la prima gara del terzo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint che si è disputata sul circuito del Mugello. A portare al successo la vettura bavarese è stato l’equipaggio formato da Stefano Comandini ed Erik Johansson (primi anche in Gara 1 a Imola), che hanno rifilato un distacco di 4”173 alla Mercedes del team Antonelli Motorsport divisa da Riccardo Agostini e Alessio Rovera. Sul podio anche Andrea Fontana ed il rientrante Pierre Kaffer, con la R8 LMS di Audi Sport Italia.

Nella classe GT Light sul gradino più alto del podio è salito per la prima volta il 16enne Mattia Michelotto, primo al traguardo con la Lamborghini Huracán Super Trofeo del team Antonelli Motorsport davanti alla vettura gemella di Federico Paolino e Jaromis Jirik (Iron Lynx) e alla Ferrari 458 Italia di Alberto Lippi-Giorgio Sernagiotto (RAM Autoracing/Iron Lynx).

In GT4  la vittoria è andata a Simone Riccitelli e Sabino De Castro, su Porsche Cayman. Un successo che il binomio della Ebimotors ha conquistato dopo la  squalifica di Giuseppe Fascicolo e Francesco Guerra a causa di un’irregolarità tecnica riscontrata sulla loro BMW M4.  Il podio della classe entry level è stato completato dalle altre due Cayman dell’Autorlando di Ghezzi-Camathias e Cerati-Chiesa.

Nella classifica della GT3 Vito Postiglione e Jeroen Mul, quarti con la Lamborghini Huracán della Imperiale Racing dopo avere scontato nei pit-stop una penalità in tempo di 25″, si confermano al comando con 67 punti. Dietro ci sono Comandini e Johansson, a 11 lunghezze. Agostini e Rovera sono risaliti terzi a 17 punti. Nella GT4 Riccitelli e De Castro comandano con 77 punti davanti a Fascicolo-Guerra (62) e Ghezzi-Camathias (54). Nella GT Light sono ancora saldamente al comando Lippi e Sernagiotto (92), i quali precedendo Paolino-Jirik (66) e Michelotto 47.

Share Button