Carrera Cup Italia
Mosca debutta e vince

Mosca debutta e vince

La stagione della Carrera Cup Italia è iniziata a Imola con 25 vetture al via un nuovo protagonista assoluto. Tommaso Mosca, 18 anni, al debutto nel monomarca di Porsche, si è imposto nella prima gara del weekend gestendo ottimamente una corsa caratterizzata da due safety car.

Avviatosi dalla seconda fila dopo avere ottenuto il terzo tempo nella superpole, il bresciano del team Tsunami RT-Centro Porsche Padova ha saputo anche approfittare della lotta accesissima che si è sviluppata alle sue spalle e che ha visto protagonisti Diego Bertonelli ed Enrico Fulgenzi, precedendo alla fine sul traguardo Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport-Centri Porsche di Milano) e lo stesso Fulgenzi, più veloce in qualifica su un’altra vettura di Ghinzani nei colori del Centro Porsche Latina con tanto di record in 1’42”959.

Relativamente alla cronaca, al via Bertonelli, anche lui al suo debutto nel campionato con una 911 GT3 Cup del team Dinamic Motorsport-Centro Porsche Bologna è riuscito a scattare meglio di Fulgenzi e a prendere il comando, ma dopo due differenti fasi di neutralizzazione (la prima per uno spettacolare incidente tra Luca Pastorelli e Riccardo Cazzaniga nel tratto che precede la Variante Alta) tutto si è risolto belle ultime battute quando la battaglia tra i due si è fatta più incandescente. Ma Bertonelli poi si è reso autore di un’uscita di pista alla curva Villeneuve ed è rientrato più indietro con lo splitter danneggiato. Mosca ne ha saputo approfittare ed ha superato anche Fulgenzi involandosi verso la vittoria dopo un ulteriore duello con Cazzaniga. Dietro ai due hanno quindi concluso Simone Iaquinta, che però è stato retrocesso di 25 secondi nel dopogara per un contatto con Simone Pellegrinelli, e Fulgenzi, che a quel punto è stato promosso terzo.

Una penalità di 25 secondi è stata data anche a Giovanni Berton per un “taglio” alla Variante Alta, mentre è stato addirittura escluso dalla classifica  Sergio Campana, coinvolto in vari contatti. Per effetto di queste decisioni, Alessio Rovera si è classificato quarto con un’altra macchina dello Tsunami RT-Centro Porsche Padova.

Bashar Mardini, al debutto con la GDL Racing, è risalito quinto e si è imposto nella Michelin Cup. Sesto posto per Bertonelli, che per effetto dell’inversione dello schieramento in Gara 2 avrà la possibilità di partire in pole.

Sempre nella Michelin Cup, dietro a Mardini sul podio sono saliti Niccolò Mercatali (Dinamic Motorsport-Centro Porsche Firenze) e il rientrante Marco Cassarà con la Ombra Racing. Nella nuova Silver Cup riservata alle vetture modello 991 di prima generazione, successo invece per Gianluca De Lorenzi, pilota e team manager della stessa GDL Racing, anche lui al suo rientro nel campionato.

Share Button