F.4 Italia
Monza: Minì vince al fotofinish

Monza: Minì vince al fotofinish

leggi anche: Minì penalizzato, vince Pizzi

Gara 1 straordinaria e ricca di emozioni a Monza, nella Formula 4 italiana e vittoria sul filo dei millesimi per Gabriele Minì. Un successo che il pilota della Prema è riuscito a conquistare grazie alla manovra iniziata alla Parabolica nei confronti del romano del Van Amersfoort Racing, Francesco Pizzi, nell’ultima curva dell’ultimo dei 14 giri. Una manovra di forza, ma anche astuta, che ha consentito al siciliano di fare il pieno bottino di punti, incrementando la sua leadership di campionato ed ottenendo il suo quarto successo della stagione. Podio tutto tricolore con Andrea Rosso terzo con la Cram Motorsport.

Al via Pizzi prende il comando dalla pole, mentre Leonardo Fornaroli viene sfilato da Minì che si porta subito secondo. I primi due sembrano fare il vuoto (ma è solo una prima impressione del tutto infondata), mentre Pietro Delli Guanti esce sulla ghiaia dell’Ascari prendendo diverse posizioni. Lorenzo Patrese perde a sua volta tre posizioni e scivola nono, ma rimane in piena bagarre nel gruppo. Alle sue spalle c’è il suo compagno di squadra Taylor Barnard.  Fuori dai giochi intanto Axel Gnos e Hamda Al Qubaisi, protagonisti di uno spettacolare incidente.

Al quarto posto Rosso si fa piuttosto minaccioso su Fornaroli. Ma davanti eccezionale è il sorpasso di Minì nei confronti di Pizzi alla seconda variante. Il siciliano va al comando, ma all’Ascari Pizzi ritorna davanti. Rosso passa Fornaroli e attacca anche Minì. I primi quattro procedono incollati uno all’altro, con Filip Ugran quinto, un poco più distante. 

Nel giro successivo Minì supera nuovamente Pizzi sempre alla seconda variante. In fondo al rettilineo Pizzi prende la scia e ritorna ancora davanti. Ugran passa invece Fornaroli e guadagna il quarto posto. Subito dietro si comincia a fare avanti anche Dino Beganovic.

Al sesto giro Minì ritorna al comando grazie a un sorpasso sempre alla seconda variante. Si infila anche Rosso che si porta secondo. Pizzi prova a riprendere Rosso e ci riesce con una manovra all’esterno della Parabolica. Il romano sfrutta ancora la scia e infila anche Minì alla prima chicane tornando in testa. Rosso adesso deve guardarsi da Beganovic, che nel frattempo è risalito quarto, prima di essere infilato nuovamente da Fornaroli.

A 16 minuti dalla fine esce di pista Patrese ed entra in pista la safety car. Con nove minuti ancora a disposizione la ripartenza. Alla prima staccata Pizzi arriva lungo. Minì viene passato da Rosso che alla Roggia resiste al siciliano costringendolo a mettere due ruote sopra l’erba. Paura all’Ascari per il contatto in mezzo al gruppo tra Beganovic e Delli Guanti, che rimangono agganciati ma riescono poi a proseguire, anche se il pugliese finisce pochi metri dopo sulla ghiaia con un pneumatico forato.

Poi un altro incidente alla Roggia, che vede coinvolto Jesse Salmenautio, porta di nuovo in pista, per la seconda volta, la safety car. Si riparte con tre giri ancora a disposizione. Pizzi va ancora al comando. Ugran supera Minì prendendo la seconda posizione. Il siciliano risponde e alla Roggia si riprende la posizione. Anche Rosso riesce a superare Ugran, adesso attaccato da Sebastian Montoya.

All’ultimo giro Minì è attaccato a Pizzi e al fotofinish il pilota della Prema transita davanti di 15 millesimi.

 

Italian F4 Championship powered by Abarth. Gara 1

Monza, 17 ottobre 2020

1. Gabriele Minì (Prema Powerteam) 32:48.932, 14 giri

2. Francesco Pizzi (Van Amersfoort Racing) 0.015

3. Andrea Rosso (Cram Motorsport) 1.738

4. Filip Ugran (Jenzer Motorsport) 1:778

5. Leonardo Fornaroli (Iron Lynx) 1.832

6. Sebastian Montoya (Prema Powerteam) 3.590

7. Bence Valìnt (Van Amersfoort Racing) 3.725

8. Sebastian Ogaard (Bhaitech) 4.215

9. Piotr Wisnicki (Jenzer Motorsport) 4.407

10. Santiago Ramos (Jenzer Motorsport) 4.814

11. Francesco Simonazzi (BVM Technorace) 5.207

12. Dexter Patterson (Bhaitech) 6.314

13. Han Cenyu (Van Amersfoort Racing) 10.247

14. Zdenek Chovanek (Bhatech) 10.646

15. Sebastian Freymuth (AS Motorsport) 10.809

16. Georgios Markogiannis (Cram Motorsport) 11.260

17. Dino Beganovic (Prema Powerteam) 19.554

18. Gabriel Bortoleto(Prema Powerteam) 1 giro

19. Lorenzo Fluxa (AKM Motorsport) 1 giro

20. Jesse Salmenautio (Bhaitech) 1 giro

21. Taylor Barnard (AKM Motorsport) 1 giro

22. Pietro Delli Guanti (BVM Technorace) 5 giri

Non classificati: Lorenzo Patrese (AKM Motorsport), Hamda Al Qubaisi (Abu Dhabi Racing), Axel Gnos (G4 Racing)

Giro più veloce: Sebastian Montoya 1:54.193, 6° giro

Share Button