International GT Open
Monza, Kodric e Simioni in Gara 1
Photo Credit: Foto Speedy

Monza, Kodric e Simioni in Gara 1

A Monza vi aveva conquistato una vittoria proprio nel GT Open due anni fa. Per il croato Martin Kodrić rientro e subito un successo nel campionato in equipaggio con Ethan Simioni sulla Mercedes della 2 Seas Motorsport. Una vittoria che si è decisa praticamente nelle soste, dopo che nella prima parte della gara inaugurale del weekend è stato Michele Beretta a dominare con la Lamborghini del Vincenzo Sospiri Racing dopo avere ottenuto in qualifica la sua prima pole della stagione. L’italiano, assieme al suo compagno Frederik Schandorff, ha concluso comunque secondo incrementando il proprio vantaggio in testa alla classifica. Ottimo il terzo posto di Marco Bonanomi e Jacopo Guidetti, che hanno portato all’esordio la nuova Honda NSX GT3.

Al via la Lamborghini di Beretta è sfilata per prima alla staccata della prima variante riuscendo a tenere dietro la Honda di Bonanomi e la Ferrari di Benjamin Hites, che è stata poi superata dalla Mercedes di Kodrić. Mentre Beretta ha subito costruito un vantaggio di circa tre secondi sul resto del griuppo, un contatto sul fondo ha costretto la vettura del suo compagno di squadra Baptiste Moulin a rientrare ai box con l’anteriore sinistra danneggiato. Testacoda invece per l’altra Huracán di Jan Seyffert scivolato 14°.

Dopo 15 minuti una safety car per l’uscita della Porsche di Jakub Dwernicki alla prima di Lesmo ha reso necessario l’intervento della safety car annullando il vantaggio di oltre sei secondi che nel frattempo Beretta era riuscito ad accumulare nei confronti di Bonanomi. Dopo un paio di giri di neutralizzazione, alla ripartenza Beretta ha ripreso il suo ritmo. Alle sue spalle invece Kodrić ha superato Bonanomi all’uscita della Roggia andando ad occupare la seconda posizione. Dietro alla Honda si è fatta sotto anche la Porsche di Andy Soucek.

Nella Pro-Am buona rimonta della Mercedes di Florian Scholze, da 14° risalito ottavo e secondo della sua classe dietro a Brendon Leitch, quinto assoluto con la Lamborghini del team Leipert Motorsport.

Nel frattempo Kodrić si è avvicinato al leader Beretta, riducendo il proprio gap ad un solo secondo. Beretta è entrato ai box quattro giri prima di Kodrić per effettuare il pit-stop. Dopo le soste Simioni, che ha rilevato il croato alla guida, è rientrato al comando, con Schandorff quarto (per via dell’handicap in tempo da scontare) con Lambo n.63 alle spalle della Ferrari di Fabrizio Crestani e della Honda su cui è salito Guidetti.

A 25 minuti dal termine, con un sorpasso all’esterno alla Parabolica “Michele Alboreto”, Schandorff ha avuto ragione di Crestani risalendo terzo. Il danese si è lanciato anche all’inseguimento di Guidetti, riuscendo a raggiungerlo e a portarsi nella sua scia a sei minuti dallo scadere del tempo, superando l’italiano alla prima variante, approfittando anche di un paio di vetture da doppiare.

Con poco meno di cinque minuti a disposizione, Schandorff ha messo quindi nel mirino anche Simioni. Intanto la McLaren di Joe Osborne ha superato la Huracán di Tyler Cooke e si è portata sesta assoluto e prima nella classe Pro-Am. Poi l’arrivo, con Simioni davanti a Schandorff con un vantaggio di soli 2”713.

 

INTERNATIONAL GT OPEN
Monza, 25 settembre 2021

Gara 1
1. Martin Kodrić – Ethan Simioni (Mercedes-AMG GT3 / 2 Seas Motorsport) 38 giri 1:11:45.528 1. Pro
2. Michele Beretta – Frederik Schandorff (Lamborghini Huracán GT3 Evo / VSR) +2.713
3. Marco Bonanomi – Jacopo Guidetti (Honda NSX GT3 Evo / Reno Racing) +4.074
4. Fabrizio Crestani – Benjamin Hites (Ferrari 488 GT3 / Rinaldi Racing) +14.615
5. Al Faisal Al Zubair – Andy Soucek (Porsche 911 GT3 R / Lechner Racing) +15.602
6. Nick Moss – Joe Osborne (McLaren 720S GT3 / Inception Racing) +27.490 1. Pro-Am
7. Tyler Cooke – Brendon Leitch (Lamborghini Huracán GT3 Evo / Leipert Motorsport) +28.134
8. Gerhard Tweraser – Jan Seyffert (HP Racing International) +30.469
9. Florian Scholze – Loris Spinelli (Mercedes-AMG GT3 / AKM Motorsport) +31.399
10. Michael Dinan (Ferrari 488 GT3 / Kessel Racing) +41.344
11. Axcil Jefferies – Roman Ziemian (Ferrari 488 GT3 Evo / Kessel Racing) +45.048
12. Jens Reno Møller – Marcus Påverud (Honda NSX GT3 Evo / Reno Racing) +1:01.515
13. Alberto Lippi – Luca Magnoni (Honda NSX GT3 Evo / Nova Race) +1:23.062 1. Am
14. Nicolas Vandierendonck (Porsche 992 GT3 Cup / Q1 by EMG Motorsport) +2 giri 1. Cup Pro-Am
15. Brendan Iribe – Ollie Millroy (McLaren 720S GT3 / Inception Racing) +2 giri
16. Glauco Solieri (Porsche 911 GT3 Cup / Ghinzani Motorsport) +3 giri 1. Cup Am
17. Fernando Fortes (Porsche 911 GT3 Cup / Three Sixty Racing Team) +3 giri
18. Marcio Mauro (Porsche 911 GT3 Cup / Three Sixty Racing Team) +3 giri
19. Stefano Bozzoni – Eugenio Pisani (Porsche 911 GT3 Cup / CAME Racing Team) +3 giri

Ritirati
Maciej Blazek – Mateusz Lisowski (Porsche 991 GT3 Cup / A&P Racing) 28 giri
Jan Lauryssen (Porsche 992 GT3 Cup / Q1 by EMG Motorsport) 22 giri
Giacomo Altoè – Federico Leo (Lamborghini Huracán GT3 Evo / Vincenzo Sospiri Racing) 7 giri
Jan Antoszewski – Jakub Dwernicki (Porsche 911 GT3 Cup / Alda Motorsport) 7 giri
Baptiste Moulin – Yuki Nemoto (Lamborghini Huracán GT3 Evo / VSR) 2 giri
Maciej Darmetko – Artur Janosz (Porsche 911 GT3 Cup / Q1 by EMG Motorsport) 1 giro
Tomasz Magdziarz – Daan Pijl (Porsche 911 GT3 Cup / Bonaldi Motorsport) –

Giro più veloce: Frederik Schandorff (Lamborghini Huracán GT3 Evo / VSR) 29 giro 1:48.397

Share Button