Varie
Mini’ talento in erba al Supercorso

Mini’ talento in erba al Supercorso

Gabriele Minì è il vincitore della 16ª edizione del Supercorso Velocità della Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto”.

Il siciliano, 14 anni, vero talento del kart e già nell’orbita del management di Nicolas Todt, l’ha spuntata al termine della “quattro giorni” di Vallelunga, dove cinque giovanissimi ragazzi di età compresa tra 14 e 15 anni sono stati impegnati in un’incessante sequenza di sessioni in pista e di briefing tecnici con gli istruttori guidati dal direttore Raffaele Giammaria.

Dopo essersi alternati sulle Wolf GB08 Thunder del Campionato Italiano Sport Prototipi e poi, nelle ultime due giornate, sulle monoposto di Formula 4 dell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth, Minì è stato giudicato il migliore tra i piloti selezionati.

Già nominato “Rookie dell’Anno” dalla Federazione Internazionale nella categoria OK di karting ed essere stato vicecampione europeo e mondiale nel 2018 nella stessa classe, il palermitano è riuscito ad emergere nei confronti di una concorrenza mostratasi di altissimo livello tecnico.

È stata l’edizione di Supercorso con l’età media più bassa, ma probabilmente con la qualità più alta – ha commentato Gian Carlo Minardi, Presidente della Commissione Velocità di ACI Sport – Questo significa che nel nostro karting il livello è altissimo, ma anche che il nostro programma di selezione e formazione dei piloti procede nel verso giusto. Il valore mostrato dai piloti partecipanti al Supercorso ci ripaga delle energie che gli dedichiamo e siamo convinti che molto presto sentiremo parlare ancora di loro”.

Minì di tutti era il più giovane, essendo nato il 20 marzo del 2005. Assieme a lui a prendere parte al Supercorso sono stati il 15enne svedese Dino Beganovic, il piacentino Leonardo Fornaroli (14 anni), il bresciano Leonardo Moncini (15 anni) ed il romano Francesco Raffaele Pizzi, anche lui 15enne.

Non è sufficiente che il pilota sia veloce – ha spiegato Giammaria – Noi cerchiamo il pilota che più di tutti si avvicini ad un profilo completo. Minì ha dimostrato di avere doti anche su questi aspetti, ma devo dire che quest’anno abbiamo avuto un’edizione di altissimo livello qualitativo. Auguriamo il meglio al vincitore, ma siamo convinti che anche gli altri allievi sapranno tutti dare grandi soddisfazioni al nostro automobilismo”.

Share Button