F.4 Italia
Minì guida la tripletta Prema

Minì guida la tripletta Prema

Testo di Emanuele Fasano

Un imprendibile Gabriele Minì ha monopolizzato la terza gara dell’Italian F4 Championship powered by Abarth, giunta al Mugello questo fine settimana per il quarto appuntamento stagionale.

Alle spalle del giovane siciliano, hanno terminato le ostilità altri due piloti della Prema, che ha così fatto bottino pieno nella giornata di oggi, colorando di rosso il podio di entrambe le gare disputate sui saliscendi toscani. Adesso Minì, abile nel prendere il comando delle operazioni dopo poche curve ai danni del compagno di squadra Gabriel Bortoleto (vincitore di Gara 2), è saldamente in vetta alla classifica del campionato con ben 196 punti.

Alle spalle del pupillo di Nicolas Todt, è salito sul secondo gradino del podio Dino Beganovic, che ha trovato le porte aperte per il piazzamento d’onore a seguito della penalità di cinque secondi inflitta a Bortoleto, giudicato responsabile del contatto ai danni di Jonny Edgar nelle fasi iniziali della gara, che ha visto scivolare l’inglese in fondo allo schieramento. Il brasiliano è stato così retrocesso in terza posizione.

A tenere alto il tricolore sono stati anche Andrea Rosso (Cram Motorsport) e Francesco Pizzi (Van Amersfoort Racing). Il primo grazie al quarto piazzamento, torna a casa con il secondo posto nel campionato a 75 punti di distacco da Minì, mentre Pizzi, terzo nella serie con 117 punti nel suo carniere, è stato autore di una bella rimonta che lo ha visto risalire la china dalla sedicesima piazzola fino alla quinta.

Bene anche il pilota ceco Zdenek Chovanec (Bhaitech), il quale ha messo dietro il veloce Sebastian Montoya (Prema), settimo dopo essere partito dalla nona fila.

Rammarico per un altro italiano, Lorenzo Patrese, rimasto coinvolto in un contatto all’Arrabbiata 1 con il cinese Han Cenyu, che ha messo ko entrambi oltre a costringere i commissari a far entrare in pista la safety car. Poca fortuna anche per Pietro Delli Guanti (BVM), che si era portato in sesta posizione per poi perdere terreno nelle fasi conclusive della gara, in cui è transitato dodicesimo sotto la bandiera a scacchi.

Con la vittoria del Mugello, Minì ha portato a tre i successi conquistati fino ad ora nel suo anno d’esordio nella serie tricolore. Quattro in totale le affermazioni, considerando quella che ha messo a segno al Nürburgring, nell’appuntamento d’apertura dell’ADAC F4.

Share Button