Nascar Whelen Euro Series
Longin continua con PK Carsport
Photo Credit: NASCAR Whelen Euro Series / Stephane Azemard

Longin continua con PK Carsport

Dopo avere raggiunto la Victory Lane nella EuroNASCAR PRO in occasione dell’ultima gara del 2019, Stienes Longin tornerà in pista con il team PK Carsport, supportato dal main sponsor Projob Workwear, con l’obiettivo di puntare al titolo di campione della NASCAR europea al volante della Chevrolet Camaro n.11.

Il 28enne pilota belga si è messo lo scorso anno in evidenza come uno dei più costanti. Per la prima volta nella sua carriera si è presentato ai playoffs in testa alla classifica, grazie a ben sei secondi posti segnati nelle prime nove gare. La possibilità di contendere per il titolo è tuttavia sfumata durante la Semi Final 1 di Hockenheim, ma Longin ha trasformato la delusione in una motivazione in più e sulla pista di casa a Zolder ha vinto il round finale della stagione, il primo della sua carriera nel campionato EuroNASCAR PRO.

Dopo avere concluso secondo nella classifica generale, Longin si è subito concentrato sul 2020. Le trattative sono durate più del previsto, ma Projob Workwear sarà nuovamente sponsor della sua Camaro.

Eravamo tutti contenti dei risultati dello scorso anno, ma l’obiettivo è vincere il campionato. Dobbiamo migliorare di un solo posto, il più difficile, e diventare campioni – ha commentato Longin, nativo di  Leuven – Credo di aver imparato molto nel 2019, soprattutto la differenza tra finire sul podio e vincere il titolo. Abbiamo fatto molto con PK Carsport e Projob Workwear, siamo migliorati insieme e abbiamo tutti lo stesso obiettivo, cioè sollevare il trofeo più grande e volare verso la NASCAR Hall Of Fame”.

Per il Longin vincere la prima gara tra i piloti più competitivi della NASCAR europea, per di più in maniera dominante e sotto una pioggia torrenziale di fronte al suo pubblico, può rappresentare una tappa fondamentale verso il titolo NWES.

Dopo tanti secondi posti ero sicuro di poter vincere, ma solo quando ce la fai puoi capire cosa si prova davvero. Ora sono sicuro che tutti i pezzi del puzzle andranno al loro posto. Non penso  di dovere fare le cose in un modo diverso, bensì gestirle meglio – ha concluso il campione 2016 della EuroNASCAR 2 – Con tre eventi di playoff, Vallelunga e Zolder saranno ancora più importanti per arrivare alle Finali nella posizione migliore. Dobbiamo essere al massimo della nostra forma da settembre in poi. Ci assicureremo di essere pronti”.

Longin avrà un nuovo spotter per il 2020: il due volte campione della EuroNASCAR e proprietario del team PK Carsport Anthony Kumpen. Bert Longin, invece, si focalizzerà su altri aspetti della preparazione di suo figlio.

Nel 2020 Stienes partirà da fondamenta migliori – ha aggiunto Bert Longin – Ha ottenuto il suo primo successo in una gara della EuroNASCAR PRO e questo è sempre molto importante per un pilota. Adesso sa che può vincere, perché lo ha dimostrato nella condizioni più difficili. E dalla sua avrà anche Anthony Kumpen come spotter. A volte, quando padre e figlio lavorano insieme, le emozioni possono avere la meglio su entrambi e per questa ragione abbiamo deciso che sarà Anthony l’allenatore e lo spotter di Stienes. Io sarò sempre presente e mi occuperò di altri aspetti. Sono molto contento di essere ancora parte della NASCAR e della famiglia del PK Carsport”.

Conosco Stienes da quando aveva solo un anno, perciò per me sarà qualcosa di speciale. Lo conosco molto bene, so cosa prova quando corre e penso che ciò mi consentirà di aiutarlo il più possibile non solo tra un evento e l’altro, ma anche in gara – ha dichiarato Kumpen – Nel 2019 è andato davvero bene e per il campionato 2020 l’obiettivo è il campionato. Il primo successo è il più difficile, si sa. Si deve imparare a vincere una gara, e allo stesso modo si deve imparare a vincere un campionato. Io penso che Stienes abbia tutto il potenziale per essere un pretendente al titolo ancora più forte dell’anno scorso”.

Share Button