GP2 Series
Leclerc vince ancora

Leclerc vince ancora

Inizia nel migliore dei modi il weekend di Barcellona per il Team Prema impegnata nel FIA Formula 2 Championship nel primo appuntamento della serie in terra europea.

Dopo aver fatto segnare la pole position, Charles Leclerc ha dominato le prime fasi della corsa in Gara 1. Nonostante un problema con la radio che ha portato la squadra a scegliere la strategia più semplice, con un pit-stop anticipato, Leclerc si è fermato al sesto giro ma ha presto iniziato a recuperare posizioni senza mai perdere il controllo della situazione.

Al ventottesimo giro, il rookie monegasco, supportato dalla Ferrari Driver Academy, ha ripreso la vetta senza, poi, doversi più preoccupare degli avversari. Nonostante sia al debutto nella serie, Leclerc ha così centrato il suo secondo successo stagionale, cementando ulteriormente la propria leadership in classifica.

Più difficile la giornata di Antonio Fuoco, che nella Feature Race è stato costretto ad una sosta ai box supplementare da un contatto con un avversario nelle prime fasi. A sua volta parte del gruppo di piloti FDA, Fuoco ha combattuto come un leone recuperando la quattordicesima piazza finale.

Charles Leclerc ha così commentato: “E’ stata una gara piuttosto dura. All’inizio non funzionava la radio e sulla griglia per evitare di fare confusione abbiamo deciso di passare alla strategia più semplice, partendo con gomme option per poi montare le prime. Le option erano buone e forse, potendo parlare col muretto, avrei preferito utilizzarle per uno o due giri in più. Ci siamo fermati al sesto passaggio e abbiamo comunque gestito bene la seconda parte della gara. Mi sono concentrato solo sul mio lavoro, andare più forte possibile e passare più avversari che potevo senza compromettere le gomme. Alla fine è andata bene e sono felicissimo per aver conquistato la mia prima feature race in Formula 2”. 

Queste, invece, le parole di Antonio Fuoco: “E’ stata una gara abbastanza difficile. Sono partito molto bene ma ho rotto l’ala anteriore durante il primo giro quindi ci siamo dovuti subito fermare ai box. La safety-car ci ha aiutato un po’ a chiudere il gap dalle macchine che avevamo davanti ma è sempre molto difficile recuperare dalle retrovie. Il mio passo non sembrava veloce come quello degli altri e cercheremo di capire meglio. Speriamo di far meglio domani in gara 2”.

Share Button