Varie
Lamborghini SCV12 completa i test di sviluppo
Photo Credit: Lamborghini media

Lamborghini SCV12 completa i test di sviluppo

Test di sviluppo completati per la Lamborghini SCV12, la nuova hypercar da pista progettata da Lamborghini Squadra Corse e disegnata dal Lamborghini Centro Stile, adesso pronta a fare la sua prima apparizione nel corso dell’estate 2020. Questa vettura, equipaggiata con il più potente V12 aspirato mai progettato da Lamborghini, in grado di sviluppare oltre 830 Cv anche grazie al contributo della sovralimentazione dinamica alle alte velocità, è equipaggiata con un inedito cambio portante a 6 rapporti derivato dallo stesso che è montato sulla Huracán Super Trofeo Evo (esemplare impiegato nel monomarca della Casa di Sant’Agata Bolognese), posto sul retrotreno e abbinato alla trazione posteriore.

Di rilievo il rapporto peso/potenza, grazie all’inedito telaio monoscocca di nuova generazione, realizzato in fibra di carbonio e progettato specificatamente. Per offrire la massima agilità e stabilità, nonché un piacere di guida estremo anche sui tracciati più impegnativi, sono state adottate soluzioni cinematiche ispirate dai prototipi da competizione, come le sospensioni posteriori push-rod installate direttamente sul cambio. La potenza è scaricata a terra tramite pneumatici slick Pirelli specifici montati su cerchi in magnesio da 19″ all’anteriore e da 20″ al posteriore.

L’aerodinamica è frutto dell’esperienza Lamborghini Squadra Corse nelle competizioni GT e assicura un livello di efficienza e deportanza superiore a quello di una vettura GT3. Il cofano anteriore presenta la doppia presa d’aria con costola centrale tipica delle Huracán da competizione, per sviluppare flussi aerodinamici favorevoli all’airscoop posto al centro del tetto.

All’anteriore spiccano inoltre lo splitter e le due appendici laterali. Sulle fiancate i flussi destinati al raffreddamento di motore e cambio sono stati ottimizzati attraverso l’utilizzo di pinne verticali poste sui brancardi. Completa il pacchetto aerodinamico la grande ala posteriore regolabile e dal doppio profilo.

La vettura, non omologabile per utilizzo stradale, verrà interamente prodotta nella factory emiliana in poche decine di esemplari. I clienti entreranno a far parte di un esclusivo club che darà accesso a programmi di guida dedicati per pilotare la propria SCV12 in tutti i più prestigiosi circuiti del mondo. L’assistenza sarà garantita dallo staff tecnico Squadra Corse con il supporto di Emanuele Pirro, cinque volte vincitore della 24 Ore di Le Mans e tutor d’eccezione per i clienti-piloti.

Share Button