Lamborghini Super Trofeo Europa
Lamborghini rinnova l’appuntamento con Spa
Photo Credit: Lamborghini

Lamborghini rinnova l’appuntamento con Spa

Un circuito storico, ricco di fascino, come lo è il contesto della 24 Ore che si disputa nello stesso weekend: scenario perfetto per il quarto dei sei doppi round del Lamborghini Super Trofeo Europa. Il monomarca della Casa di Sant’Agata Bolognese approda questo fine settimana (25, 26 e 27 luglio) sulla pista di Spa-Francorchamps. Un appuntamento, quello con gli oltre sette chilometri del tracciato immerso nella foresta delle Ardenne, che si rinnova ininterrottamente da 11 anni, tanti quante sono le edizioni della serie.

In Belgio ad arrivare nel ruolo di leader della classe Pro, ci sarà l’equipaggio della Imperiale Racing formato da Kikko Galbiati e Vito Postiglione, autori di una splendida doppietta a Misano, sulla loro pista di casa. Ma a un solo punto seguono adesso Sergei Afanasiev e Danny Kroes, due volte a segno a Zandvoort, neppure due settimane fa, con i colori del team Bonaldi Motorsport. Una vittoria, a Silverstone, anche per il binomio tutto polacco composto da Karol Basz e Bartosz Paziewski, in forza sempre alla Imperiale Racing, che segue terzo a sole nove lunghezze dai propri compagni di squadra. Poco più indietro ci sono gli inglesi Jack Bartholomew e Stuart Middleton (Bonaldi Motorsport), profeti in patria sempre a Silverstone, dove hanno ottenuto il successo nella gara inaugurale della stagione, e ancora due volte sul podio in Olanda. Quel podio su cui a Zandvoort sono riusciti a salire per la prima volta anche i due cechi Jakub Knoll e Josef Zaruba (Micanek Motorsport) e che manca invece ai locali Niels Lagrange e Anthony Lambert (Leipert Motorsport).

In Pro-Am, Shota Abkhazava e Harald Schlegelmilch vantano tre vittorie (due messe a segno proprio nel più recente round di Zandvoort) ed altrettanti secondi posti. Il duo dell’ArtLine Team Georgia è intenzionato a proseguire la propria serie positiva, con l’obiettivo di tentare la fuga in campionato. Consistente è infatti il distacco di 36 lunghezze che nei loro confronti paga attualmente Grzegorz Moczulski, uomo di punta del team GT3 Poland, il quale per l’occasione si alternerà al volante con il rientrante Luca Demarchi.

Solo 14 punti separano, nella classe Am, Nicolas Gomar dalla consolidata coppia del team Leipert Motorsport formata da Mikko Eskelinen e Jake Rattenbury. Il francese della AGS Events ha vinto in Olanda, ha dominato a Silverstone ed è salito sul podio in altre due occasioni a Misano, dove i suoi principali rivali sono riusciti a ottenere a loro volta un successo. Occhi puntati anche su Robert Zwinger (GT3 Poland), che proprio a Zandvoort ha rotto il ghiaccio, andando per la prima volta a segno.

Rientro eccellente sarà quello di Gerhard van Der Horst, anche lui assente a Zandvoort, sicuramente determinato a riprendersi il primato della Lamborghini Cup. Quella leadership che al momento appartiene ai due belgi Benoît e François Semoulin, finora tre volte a segno e adesso in testa alla propria classe con 77 punti, contro i 58 del transalpino Joseph Collado (AGS Events).

Share Button