Blancpain GT Series
Lamborghini nella storia del Blancpain GT

Lamborghini nella storia del Blancpain GT

Il team Orange1 by FFF Racing ha conquistato il successo nella 3 Ore di Barcellona, regalando alla Lamborghini sia il titolo nel campionato Blancpain GT Series che nella Endurance Cup, centrando una storica tripletta tre settimane dopo il successo ottenuto nel Blancpain GT World Challenge Europe. Protagonisti i Lamborghini Factory Driver, Andrea Caldarelli e Marco Mapelli, per l’occasione affiancati da Albert Costa che ha sostituito Dennis Lind (costretto a dare forfait per problemi di salute) al volante della Huracán GT3 Evo n. 563.

Proprio a Costa è toccato l’onore di completare il primo stint di guida. Scattato dalla seconda fila, lo spagnolo ha subito conquistato la leadership, poco prima che si rendesse necessario l’intervento della safety car in seguito a un incidente occorso alla Porsche del team Dinamic Motorsport, finita contro le barriere. Tutto da rifare alla ripartenza, con Costa costretto a cedere le posizioni guadagnate su richiesta della direzione gara.

Dopo un’ora di gara Costa è tornato ai box per lasciare la vettura a Mapelli. Grazie ad un pit-stop perfetto, quest’ultimo si è ritrovato secondo, attaccato al posteriore della Mercedes di Luca Stolz, nei confronti del quale ha realizzato un gran sorpasso e preso il comando di una gara frammentata ancora da tante safety-car e full course yellow. A un’ora dal termine, Mapelli ha consegnato vettura e leadership al compagno di squadra Caldarelli, abile nel gestire il vantaggio e la pressione portata dalla Mercedes guidata adesso da Yelmer Buurman.

Caldarelli, pilota e team principal Orange1 FFF Racing, ha tagliato il traguardo in solitaria e sceso dalla sua Lamborghini ha faticato a trattenere l’emozione: “sono senza parole. È stata una stagione difficilissima ma siamo stati competitivi in ogni gara. Complimenti  a tutti i ragazzi del team che hanno fatto un lavoro straordinario e ad Albert che ci ha aiutato tantissimo in questo weekend. Mi spiace per Dennis, avrebbe meritato di festeggiare anche lui sul podio con noi”.

Mapelli ha quindi aggiunto: “è stata una stagione difficile e a maggior ragione il team si merita questo titolo: tutti i ragazzi hanno lavorato incessantemente per questo risultato fin da inizio stagione. Loro non hanno mai smesso di crederci e hanno trasmesso questa fiducia a tutti noi”.

Stefano Domenicali, CEO Automobili Lamborghini, ha dichiarato: “vincere è difficile. Confermarsi ancora di più. Essere il primo costruttore a vincere i tre titoli nelle GT Series ci riempie d’orgoglio. Questo è solo un punto di partenza verso nuovi e più ambiziosi traguardi. I miei complimenti alle donne e agli uomini della nostra Squadra Corse, che in poche stagioni hanno portato il marchio Lamborghini ai vertici in tutti i più importanti campionati GT”.

Maurizio Reggiani, Chief Technical Officer Automobili Lamborghini, ha commentato: “la Huracán GT3 Evo ha dimostrato alla prima stagione di essere una vettura vincente, sia nelle gare Endurance sia nelle gare Sprint. La nostra principale soddisfazione è aver nuovamente trasferito su pista l’eccellenza delle nostre vetture stradali, grazie a un costante lavoro di ricerca e sviluppo”.

Parole cui hanno fatto eco anche quelle di Giorgio Sanna, Head of Motorsport Automobili Lamborghini, : “la tripletta nel Blancpain GT Series è la conclusione di una stagione straordinaria, iniziata con la vittoria alla 24 Ore di Daytona e proseguita con la doppietta alla 12 Ore di Sebring. Voglio fare le mie più sentite congratulazioni ai ragazzi del team Orange1 FFF Racing: alla loro prima esperienza nel più importante e impegnativo campionato GT3 al mondo, hanno dimostrato di essere una squadra di prim’ordine e che, ne sono certo, contribuirà a regalare altri successi al nostro marchio”.

Share Button