ADAC GT Masters
La BMW rompe il ghiaccio
Photo Credit: ADAC Motorsport

La BMW rompe il ghiaccio

La prima gara del terzo appuntamento dell’ADAC GT Masters che si è disputata sul circuito austriaco del Red Bull Ring, ha visto il poleman Nicolai Sylvest e Jens Klingmann portare al primo successo stagionale la BMW. Per Klingmann si è trattato della sua nona vittoria del campionato, ma la prima da Zandvoort 2015; la prima in assoluto, invece, per il suo compagno di squadra. L’equipaggio dell’MRS GT-Racing ha preceduto di soli 289 millesimi di secondo la Corvette della RWT Racing divisa da Sven Barth e David Jahn.  Terzo posto per la Porsche del Küs Team75 Bernhard su cui si sono alternati Klaus Bachler e Timo Bernhard.

Migliore degli italiani è  stato Mattia Drudi, 15° con la Audi della Car Collection su cui si è dato il cambio con Florian Spengler. Sfortunata sia la coppia Michele Beretta-Marco Mapelli (giunta in fondo al gruppo) che Mirko Bortolotti (con il suo compagno Christian Engelhart costretto a fermarsi in anticipo), tutti sulle Lamborghini dell’Orange1 by GRT Grasser.

Gara 1 negativa anche per Matteo Cairoli, sulla seconda Porsche 911 GR3 R del Küs Team75 Bernhard, che ha completato solo un paio di giri prima di ritirarsi con la vettura danneggiata sull’anteriore, dopo che il suo compagno Adrian de Leener era stato protagonista nel primo stint di un contatto.

 

Gara 1: Sylvest-Klingmann (BMW) 40 giri, 1:01’42″944; 2. Barth-Jahn (Corvette) 0″289; 3. Bachler-Bernhard (Porsche) 2″037; 4. Niederhauser-van der Linde (Audi) 5″631; 5. Pommer-Kirchhöfer (Corvette) 6″798; 6. Hofer-Mies (Audi) 11″133; 7. Renauer-Preining (Porsche) 19″463; 8. Auer-Eriksson (Mercedes) 26″524; 9. Schmidt-Haase (Audi) 29″231; 10. Asch-Ludwig (Ferrari) 32″570. Seguono altri 20 equipaggi.

Share Button