Endurance
La 12 Ore del Golfo alla Mercedes
Photo Credit: Gulf 12 Hours

La 12 Ore del Golfo alla Mercedes

Squadra vincente non si cambia, ma la vettura sì. Per il secondo anno consecutivo il team 2 Seas Motorsport ha aperto la stagione con la vittoria nella 12 Ore del Golfo. Stesso equipaggio, quello formato da Isa Alkhalifa, Ben Barnicoat e Martin Kodrić, che nell’edizione del 2021 si erano imposti con la McLaren e che a distanza di 12 mesi hanno concesso il bis portando al successo questa volta i colori Mercedes dopo avere conquistato anche la pole.

Doppietta mancata sul circuito di Yas Marina per la squadra londinese, che fino a poco più di due ore dal termine vedeva l’altra AMG GT3 di John Loggie, Casper Stevenson e Morgan Tillbrook saldamente seconda, prima che venisse fermata da un problema meccanico scivolando in quarta posizione. Così a conquistare la piazza d’onore è stata ancora un’altra vettura della stella a tre punte, quella della SPS Automotive Performance su cui si sono alternati al volante Dominik Baumann, Christopher Lenz e Valentin Pierburg, primi nella classe Pro-Am.

Terzo piazzamento per la Ferrari VR46 gestita dal team Kessel Racing su cui Luca Marini e Uccio Salucci si sono dati il cambio con David Fumanelli, chiamato all’ultimo istante per sostituire Valentino Rossi. L’asso delle due ruote ha infatti dovuto saltare questo primo impegno 2022 dopo essere venuto a contatto con un positivo al Covid-19.

Buon quinto posto assoluto e quarto della Pro-Am per l’altra Ferrari della AF Corse divisa da Alessandro Cozzi, Eddie Cheever III, Tani Hanna e Giorgio Sernagiotto, che in qualifica avevano conquistato la pole di classe.

Tra gli altri italiani, nella top 10 assoluta hanno terminato con una 488 GT3 del team Kessel Racing gli esordienti Alessandro Tarabini, Erwin Zanotti e Francesco Zollo, che si sono alternati alla guida con il turco Murat Ruhi Cuhadaroglu.

 

12 ORE DEL GOLFO 2022

1. Isa Alkhalifa/Ben Barnicoat/Martin Kodrić (2 Seas Motorsport, Mercedes-AMG GT3) 359 giri 1° GT3 PRO

2. Dominik Baumann/Christoph Lenz/Valentin Pierburg (SPS Automotive Performance, Mercedes-AMG GT3) a 1 giro 1° GT3 PRO-AM

3. David Fumanelli/Luca Marini/Alessio Salucci (VR46, Ferrari 488 GT3) a 1 giro

4. John Loggie/Casper Stevenson/Morgan Tillbrook (2 Seas Motorsport, Mercedes-AMG GT3) a 2 giri

5. Eddie Cheever III/Alessandro Cozzi/Tani Hanna/Giorgio Sernagiotto (AF Corse, Ferrari 488 GT3) a 2 giri

6. Maro Engel/Mikaël Grenier/Kenny Habul (SPS Automotive Performance, Mercedes-AMG GT3) a 4 giri

7. Trenton Estep/Conrad Grunewald/Mark Kvamme/Jeanclaude Saada (AF Corse, Ferrari 488 GT3) a 4 giri 1° GT3 G

8. Jérome Policand/Benjamin Ricci/Mauro Ricci (AKKA ASP, Mercedes-AMG GT3) a 4 giri

9. Philipp Baron/Tommy Lindroth/Mikkel Mac (Baron Motorsport, Ferrari 488 GT3) a 5 giri

10. Murat Cuhadaroglu/Alessandro Tarabini/Erwin Zanotti/Francesco Zollo (Kessel Racing, Ferrari 488 GT3) a 11 giri

11. Iain Campbell/Jamie Clarke/Oliver Webb (Greystone GT, McLaren 570S) a 36 giri 1° GT4

12. Bradley Ellis/Piers Johnson/David Holloway (Century Motorsport, Aston Martin Vantage) a 37 giri

13. Alexander Bukhanstov/John Corbett/Amir Feyzulin/James Winslow (Century Motorsport, BMW M4) a 112 giri

14. Alex Aka/Murod Sultanov/Dries Vanthoor (Attempto Racing, Audi R8 LMS GT3) a 178 giri

15. Mauro Calamia/Stefano Monaco/Roberto Pampanini (Kessel Racing, Ferrari 488 GT3) nc

Share Button