TCR Europe
Jelmini, weekend difficile

Jelmini, weekend difficile

Un fine settimana complicato quello di Zandvoort per Felice Jelmini. Il pilota italiano giunge a in Olanda per il terzo appuntamento del TCR Europe con degli 0ttimi presupposti, reduce dal primo podio conquistato nella serie al Paul Ricard, tre settimane prima.

Invece le cose per Jelmini, su quella che per lui era una pista completamente inedita le cose non sono andate per il verso giusto. Autore di una buona qualifica nella giornata di sabato, nel primo turno ufficiale è riuscito infatti a guadagnare l’accesso alla Q2 firmando al nono tempo, mentre nella seconda sessione si è dovuto accontentare della 12esima posizione.

In Gara 1 la Hyundai Elantra N TCR numero 44 di Jelmini si è avviata dalla sesta fila. Il lombardo ha cercato di rimanere a stretto contatto con la top-10, ma successivamente è scivolato dietro e alla fine ha tagliato il traguardo 17esimo.

La seconda gara del weekend per il pilota del Sébastien Loeb Racing è invece durata solo due giri e si è conclusa con il contatto avuto con Klim Gavrilov.

“Il destino ci ha fatto lo sgambetto questa volta – ha commentato Jelmini – Sono arrivato a Zandvoort con la giusta determinazione e la voglia di portare a casa altri punti, ma il motorsport è anche questo. In ogni modo ho avuto modo di percorrere altri chilometri con la vettura e allo stesso tempo di potermi confrontare con una squadra che sta facendo veramente un gran lavoro. Archiviamo questo weekend e guardiamo già a Spa dove puntiamo a riscattarci”.

Proprio sul tracciato delle Ardenne, Jelmini tornerà a gareggiare nella serie europea tra sei settimane, nel weekend del 29 luglio-1 agosto.

A conquistare il successo nelle due gare di Zandvoort sono stati Tom Coronel, profeta in patria con la Audi RS3 LMS della ComeToYou Racing, e Franco Girolami, che appena due settimane prima aveva vinto (con MM Motorsport) una delle due gare del TCR Italy a Misano e primo con la Honda Civic del PSS Racing Team. L’argentino adesso è anche al comando del campionato con 154 punti, 11 in più dello spagnolo Mikel Azcona, a segno nella prima gara dello Slovakia Ring e assente a Zandvoort perché impegnato nello stesso fine settimana a Vallelunga nella prova del Pure ETCR.

Share Button