Lamborghini Super Trofeo Europa
In Francia la prima di Gilardoni-Pulcini
Photo Credit: Lamborghini / Eros Maggi

In Francia la prima di Gilardoni-Pulcini

Sul circuito francese del Paul Ricard, il secondo degli appuntamenti del Lamborghini Super Trofeo Europa si è aperto con la vittoria di Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini. Una vittoria che per quest’ultimo, al suo debutto quest’anno nel monomarca con l’Oregon Team, è anche la prima; la quarta per Gilardoni, che lo scorso anno ha conquistato un successo a Spa e due a Barcellona.

Decisiva è stata la dalla doppia penalità che ha dovuto pagare dopo il traguardo il binomio della GSM Racing composto da Kevin Rossel e Jonathan Cecotto, con il venezuelano primo al traguardo ma di fatto secondo.

Nella Pro-Am secondo centro consecutivo, dopo quello messo a segno a Monza un mese fa, per Karol Basz, con la vettura della VS Racing autore della pole e leader assoluto durante tutto il suo primo stint di guida, e il suo compagno Andrzej Lewandowski, alla fine quarto dietro all’equipaggio della Target Racing formato da Glenn van Berlo e Raul Guzman. Quinto posto e quarto tra i Pro per Sebastian Balthasar e Noah Watt (Leipert Motorsport), passati al comando della classifica di classe.

Vittoria nella Am del loro compagno di squadra Gabriel Rindone. Secondo successo di fila e leadership della classifica della Lamborghini Cup per Hans Fabri con la Imperiale Racing.

Al via è Basz che dalla pole riesce a mantenere il comando, mentre Daan Pijl che scattava secondo scivola quarto alle spalle di Balthasar (primo della classe Pro) e van Berlo. Da nono Mattia Michelotto risale quinto davanti a Max Weering. Quattro posizioni perse invece per Gilardoni, partito dalla seconda fila e retrocesso ottavo dopo avere subito anche un contatto alla prima curva.

Raffaele Giannoni guida la classe Am, tallonato dai due piloti del team Leipert Motorsport, Rindone e Ray Calvin. Fabri prende il comando della Lamborghini Cup superando Donovan Privitelio, mentre nel corso del quarto giro Pierre Feligioni finisce in testacoda ma riesce a ripartire. Il francese inizia a rimontare fino a portarsi in testa nella stessa classe. Nel frattempo a Balthasar, Rossel (in quel momento settimo) e JM Littman viene comunicata una penalità di cinque secondi per track limits da scontare subito dopo l’arrivo.

Quando cominciano i pit-stop, Basz ha un vantaggio di oltre nove secondi sul resto del gruppo e, dopo le soste, Lewandowski ritorna in pista ancora al comando. Alle sue spalle c’è Watt, il quale è subentrato a sua volta a Balthasar. In terza posizione transita Cecotto, salito in macchina al posto di Rossel e ulteriormente penalizzato di 648 millesimi per non avere rispettato il tempo di permanenza obbligatorio ai box. Ottima invece la rimonta di Pulcini, che dopo avere rilevato Gilardoni si porta quarto. In classe Am intanto Calvin passa Giannoni e prende la leadership, mentre Fabri ritorna in vetta nella Lamborghini Cup.

A sette minuti dal termine Cecotto supera Lewandowski a Signes e si porta in testa. Quasi contemporaneamente Pulcini ha la meglio su Watt guadagnando la terza posizione e passando subito dopo anche Lewandowski. Il polacco continua a lottare con Watt, mentre a tempo quasi scaduto Weering rallenta vistosamente perdendo così il quinto posto e la possibilità di portare a casa dei punti importanti.

Cecotto continua a spingere fino ad estendere il suo vantaggio su Pulcini a 4″196. Un distacco che però non gli è sufficiente ad agguantare la vittoria, che viceversa va all’equipaggio dell’Oregon Team.

 

LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPA
Race 1. Le Castellet, 29 maggio 2021
1. Kevin Gilardoni – Leonardo Pulcini (Oregon Team) 24 giri 52:07.843 Pro
2. Jonathan Cecotto – Kevin Rossel (GSM Racing) +1.452
3. Raul Guzman – Glenn Van Berlo (Target Racing) +6.596
4. Karol Basz – Andrzej Lewandowski (VS Racing) +6.985 Pro-Am
5. Sebastian Balthasar – Noah Watt (Leipert Motorsport) +9.245
6. Erik Mayrink – Daan Pijl (Bonaldi Motorsport) +19.219
7. Maxime Oosten – Milan Teekens (Bonaldi Motorsport) +20.743
8. Michael Dörrbecker – Mattia Michelotto (VS Racing) +20.983
9. Bronek Formanek – Josef Zaruba (Micanek Motorsport) +35.522
10. Andrea Cola – Dmitry Gvazava (Target Racing) +49.663
11. Oscar Lee – Dan Wells (Leipert Motorsport) +54.169
12. Gabriel Rindone (Leipert Motorsport) +54.802
13. Raffaele Giannoni (Automobile Tricolore) +55.679
14. Claude-Yves Gosselin – Renaud Kuppens (Boutsen Ginion) +1:03.434
15. Ray Calvin (Leipert Motorsport) +1:04.348
16. Max Weering (Johan Kraan Motorsports) +1:24.367
17. Laurent Jenny – Cedric Leimer (Autovitesse) +1:38.801
18. Gerhard Watzinger (Leipert Motorsport) +1:51.050
19. Massimo Ciglia – Guillem Pujeu (Oregon Team) +1 giro
20. Oliver Freymuth (AKF Motorsport) +1 giro
21. Antoine Bottiroli – JM Littman (GSM Racing) +1 giro
22. Hans Fabri (Imperiale Racing) +1 giro
23. Artur Hawryluc – Rafal Mikrut (GT3 Poland) +1 giro
24. Holger Harmsen (Attempto Racing) +1 giro
25. Pierre Feligioni – Daniel Waszkzinski (Boutsen Ginion) +1 giro
26. Donovan Privitelio – Luciano Privitelio (Rexal FFF Racing Team) +1 giro
27. Kumar Prabakaran (VS Racing) +2 giri
Non classificati
Petar Matić – Miloš Pavlović (Bonaldi Motorsport) –
Giro più veloce: Milan Teekens (Bonaldi Motorsport) 17 giro 2:04.983

Share Button