Carrera Cup Italia
In Francia il roll-out delle nuove 991

In Francia il roll-out delle nuove 991

La Carrera Cup Italia ha dato ufficialmente l’avvio alla stagione 2014 in occasione dei test del Paul Ricard (che si sono svolti sul circuito corto di 3,8 km), in cui erano presenti le prime nove 911 GT Cup Type 991 consegnate ai team. Quattro le squadre impegnate, 11 i piloti in pista, per l’occasione impegnati assieme ai protagonisti della Carrera Cup France. Il tracciato transalpino era stato scelto anche per il fatto che, nel weekend 30 e 31 agosto, ospiterà il tradizionale round estero fra i sette appuntamenti del calendario 2014. In attesa del debutto dell’ottava edizione del monomarca, che partirà il 10 e 11 maggio sulla pista di Misano Adriatico, Porsche Italia sta nel frattempo selezionando una data (presumibilmente a metà del mese di aprile) per effettuare uno shakedown che permetta a tutti i team di effettuare un vero test collettivo preparatorio al campionato.

Il roll-out del Paul Ricard è stato particolarmente utile perché al gruppo logistico di Porsche Italia che solitamente supporta le squadre con il bilico dei ricambi, si è affiancata la struttura di Porsche Motorsport giunta da Weissach: i suoi tecnici si sono messi a completa disposizione dei team per risolvere qualsiasi piccolo intoppo in quello che è stato il primo test funzionale delle nuove 991 ancora completamente prive delle livree personalizzate. Si è quindi dato seguito in pista al lavoro che era stato svolto la scorsa settimana a Padova, in occasione del Technical Training di tre giorni, nel quale team manager, ingegneri e meccanici avevano potuto apprendere le principali novità tecniche della GT3 Cup 991 MY2014.

Quattro dunque i team impegnati in pista, con nove vetture: Antonelli Motosport-Centro Porsche Padova, Tsunami RT, Dinamic e Sportec Motorsport. I piloti della Carrera Cup Italia hanno beneficiato della presenza di Kevin Estre, il campione della Carrera Cup Germany 2013, che per alcuni giri ha fatto da tutor a Oleksandr Gaidai (Tsunami RT), ottenendo con un treno di gomme nuove 1’22”482, dando il limite della vettura, mentre l’ucraino è arrivato agevolmente a 1’22”846 durante il lavoro di sviluppo del secondo giorno.

Molto positivo il debutto di Matteo Cairoli, che ha girato con Antonelli Motosport-Centro Porsche Padova. in poche tornate il 17enne comasco ha mostrato subito un buona attitudine velocistica con una Gran Turismo. Il ragazzo lombardo arriva dalle monoposto, correrà quest’anno nella Formula Renault 2.0 ALPS, ma è allo stesso tempo interessato a tentare la strada del professionismo nelle ruote coperte passando per lo Scholarship Program che Porsche Italia ha varato a favore dei piloti under 26.

Anche Ilya Melnikov (26enne russo reduce dal successo ottenuto alla 12 Ore del Mugello assieme ai Talkanitsa e a Felipe Barreiros) aderirà al progetto, dal momento che abitando a Roma ha chiesto la residenza per avere la licenza tricolore e aderire a questa iniziativa aperta solo ai conduttori tricolori. Il suo compagno di squadra tra le fila della Sportec Motorsport, sarà Rinat Salnikhov, 29 anni, che ha iniziato a correre nel GT elvetico.

Il team Dinamic era rappresentato al Paul Ricard da Alex De Giacomi, apprezzato pilota protagonista lo scorso anno della Michelin Cup, e Giovanni Berton, al debutto sulla Porsche dopo la positiva esperienza con lo stesso team nella Superstars.

Ma la parte del leone l’ha fatta il team Antonelli Motorsport-Centro Porsche Padova, che ha schierato tre piloti: Angelo Proietti, Pietro Negra e appunto Cairoli. A loro si è poi aggiunto anche il team principal, Marco Antonelli, ex pilota molto esperto nei collaudi, mentre Massimo Monti e Gian Luca Giraudi si sono uniti ai francesi; il primo perché disputerà alcune prove della serie transalpina.

Share Button