Italian F4 Championship
In Austria Tramnitz torna al successo
Photo Credit: ACI Sport

In Austria Tramnitz torna al successo

Tim Tramnitz conquista al Red Bull Ring una vittoria meritata al termine della seconda gara del weekend dell’Italian F4 Championship powered by Abarth. Il tedesco della US Racing fa il suo ritorno sul gradino più alto del podio dopo avere centrato un doppio successo nel primo appuntamento del Paul Ricard. Secondo Leonardo Fornaroli, più veloce nel secondo turno di qualifica con l’Iron Lynx. Terzo posto e punti importanti per il leader del campionto Oliver Bearman (Van Amersfoort Racing).

Lonardo Fornaroli dalla pole sfila primo, ma viene subito affiancato da Tim Tramnitz nella salita che porta al tornantino e deve cedere la prima posizione al pilota tedesco. Grande avvio di Oliver Bearman, che dalla sesta posizione risale terzo davanti a Nikita Bedrin, primo tra i Rookie. Bene anche Lorenzo Patrese, che da decimo passa ottavo alle spalle di Francesco Simonazzi, per poi scivolare però nuovamente 11° davanti ad Andrea Kimi Antonelli.

Al termine del primo giro si ferma ai box Sebastian Montoya, subito in difficoltà e costretto al ritiro. Antonelli supera Patrese e guadagna un’ulteriore posizione, mentre Simonazzi compie un’escursione sulla ghiaia ma riesce a mantenersi settimo, con Joshua Dürksen davanti ma ben distanziato.

Al sesto giro esce di scena anche Bedrin e Francesco Braschi prende il comando nella classifica riservata agli esordienti. Poco dopo si gira Hamda Al Qubaisi e finisce sulla sabbia. Entra in pista la safety car.

A 12 minuti dalla fine si riparte. Sia Patrese che Erik Zuniga passano Antonelli, risalendo rispettivamente decimo e undicesimo. In seguito a un altro contatto la vettura di Eron Rexhepi rientra ai box con l’ala anteriore danneggiata.

Poi ancora una neutralizzazione per la carambola che elimina Jorge Garciace e Georgios Markogiannis. Con meno di quattro minuti a disposizione si riparte. Ma un altro duro contatto tra Pietro Armanni e Samir Ben nell’ultima curva fa entrare in pista per la terza volta la safety car ed è così che si conclude la gara.

Al traguardo Tramnitz chiude davanti a tutti. Fornaroli e Bearman occupano la seconda e terza posizione, con Kirill Smal quarto seguito da Dürksen. Braschi (sesto) mantiene invece la leadership tra i Rookie, seguito da Simonazzi e Charlie Wurz.

 

ITALIAN F4 CHAMPIONSHIP POWERED BY ABARTH
Red Bull Ring, 12 settembre 2021

Gara 2
1. Tim Tramnitz (US Racing) 18 giri 33:00.040
2. Leonardo Fornaroli (Iron Lynx) +0.171
3. Oliver Bearman (Van Amersfoort Racing) +0.275
4. Kirill Smal (Prema Powerteam) +0.492
5. Joshua Dürksen (Mücke Motorsport) +0.677
6. Francesco Braschi (Jenzer Motorsport) +0.970 Rookie
7. Francesco Simonazzi (BVM Racing) +1.782
8. Charlie Wurz (Prema Powerteam) +2.210
9. Bence Valint (Van Amersfoort Racing) +2.783
10. Lorenzo Patrese (AKM Motorsport) +3.399
11. Erick Zuniga (Mücke Motorsport) +3.619
12. Andrea Kimi Antonelli (Prema Powerteam) +3.842
13. Conrad Laursen (Prema Powerteam) +3.998
14. Maya Weung (Iron Lynx) +4.876
15. Santiago Ramos Reynoso (Jenzer Motorsport) +5.034
16. Piotr Wisnicki (Jenzer Motorsport) +5.771
17. Nicolas Baptiste (Cram Motorsport) +6.236
18. Kacper Sztuka (AS Motorsport) +6.875
19. Pedro Perino (US Racing) +7.211
20. Levente Revesz (AKM Motorsport) +7.426
21. Leonardo Bizzotto (BVM Racing) +8.429
22. Han Cenyu (Van Amersfoort Racing) +9.534
23. Pietro Armanni (Iron Lynx) +4 giri
24. Samir Ben (Jenzer Motorsport) +4 giri
25. Georgios Markogiannis (Cram Motorsport) +6 giri
26. Jorge Davila Garciarce (Jenzer Motorsport) +6 giri
27. Eron Rexhepi (BVM Racing) +6 giri
28. Hamda Al Qubaisi (Prema Powerteam) +10 giri
29. Joshua Dufek (Van Amersfoort Racing) +10 giri
30. Nikita Bedrin (Van Amersfoort Racing) +12 giri
31. Jonas Ried (Mücke Motorsport) +12 giri
32. Sebastian Montoya (Prema Powerteam) +16 giri

Share Button