CITE
Il CITE al Mugello nel ricordo di Minach

Il CITE al Mugello nel ricordo di Minach

Il Campionato Italiano Turismo Endurance ritorna in pista a distanza di oltre un mese dal precedente appuntamento di Monza. Al Mugello, questo fine settimana, la serie tricolore affronterà il quarto round della stagione con uno schieramto di 20 vetture.

Ed è già un duello annunciato, quello tra il capoclassifica della classe Super Production, Matteo Ferraresi, anche in questa occasione in coppia con Walter Meloni sulla prima delle BMW M3 E46 del W&D Racing Team, ed il campione in carica Giancarlo Busnelli, affiancato dal plurititolato Luigi Moccia sulla León Cupra SP del team DTM Motorsport, appaiati per numero di vittorie (due a testa), ma divisi in classifica da 20 lunghezze e da un’altra BMW: quella su cui ancora una volta si alterneranno Max Tresoldi e Paolo Meloni (anche loro al via con i colori W&D), reduci dalla prima affermazione stagionale messa a segno proprio sul circuito brianzolo che li ha proiettati al secondo posto nella classifica. Ad inserirsi nella lotta per le prime posizioni ci sarà però anche una terza vettura bavarese, che verrà affidata dalla Zerocinque Motorsport agli esperti Stefano Valli ed Alessandro Bernasconi.

A rappresentare il marchio Seat ci saranno inoltre Luigi Bamonte (MM Motorsport) e Vincenzo Montalbano, anche loro entrambi con le Cupra, e le León Racer di Enrico Bettera e del Team Dinamic, che potrà contare su Mauro Trentin ed il binomio Andrea Mosca“Buck”. Carlotta Fedeli, contemporaneamente impegnata nello stesso fine settimana nella Castro Cupra Cup, e Massimiliano Chini porteranno invece in gara l’unica Supercopa schierata dalla NOS Racing.

La tappa del Mugello segnerà anche la prima uscita in pista per la classe Racing Start, riservata alle auto di stretta derivazione dalla serie, che vedrà il ritorno di “Toby” sulla Renault Mégane RS (PR Group) e della coppia Davide PigozziMarco Baroncini sulla Seat León TDI (WP Racing), unica vettura dello schieramento alimentata a gasolio.

Interessante il debutto in campionato di Luca Filippi, che lascia il volante della Indycar per salire sulla Peugeot RCZ-R Cup della 2T Reglage & Course, sulla quale si darà il campio con il rientrante Massimo Arduini, mentre sulla RCZ in versione trofeo salirà nuovamente Emiliano Perucca Orfei.

Forte di cinque vittorie su sei gare al volante della BMW 320 della Promotorsport, Filippo Zanin è intenzionato invece a confermarsi al vertice della Super 2000, in cui punteranno in alto anche Samuele PiccinRomy Dall’Antonia, attualmente secondi in classifica sulla Honda Civic Type-R della ASD Super2000, così come lo stesso Massimo Zanin (padre di Filippo), autore finora di una vittoria.

Ambiscono invece al primo successo stagionale Alberto e Riccardo Fumagalli, anche loro padre e figlio, che disporranno come sempre di un’altra BMW della Zerocinque Motorsport, così come Camillo Piccin e Rino De Luca (Honda Integra). Esordio stagionale, infine, per Raffaele Gurrieri sulla Renault Clio della LRM dotata di servocomandi al volante.

Grande assente, purtroppo, Istvan Minach. Il 42enne pilota di Courmayeur, campione italiano Super 2000 nel 2012 e vice-campione in carica, ha infatti tragicamente perso la vita martedì 8 luglio in un incidente stradale, che ha visto coinvolta la vettura dove sedeva solo come passeggero. La notizia ha lasciato sgomento l’intero paddock tricolore che in occasione del weekend toscano ricorderà l’amico campione sulla stessa pista dove lo scorso anno, sempre al volante della Renault New Clio della Autostar, ottenne due vittorie perentorie.

Share Button