European Le Mans Series
I Roda a caccia del titolo

I Roda a caccia del titolo

Il titolo si decide a Portimao. Sarà il circuito lusitano a decretare i vincitori dell’European Le Mans Series 2018. Sul tracciato portoghese Giorgio e Gianluca Roda arrivano con un bottino di 80,5 punti, ovvero undici lunghezze e mezzo di vantaggio sui più diretti inseguitori.

Al fianco dei Roda come accaduto in tutti gli appuntamenti, tranne Monza, ci sarà ancora una volta il giovane driver comasco Matteo Cairoli che, però, non potrà ambire al titolo piloti avendo 10 lunghezze di distacco dalla coppia padre-figlio. La 4 Ore di Portimao sarà, dunque, il capitolo conclusivo di una stagione che ha visto i Roda in grande spolvero, capaci di salire sul podio in 4 gare su 5 disputate e, grazie al fondamentale apporto di Matteo Cairoli, di conquistare due pole position.

Alla resa dei conti, però, manca ancora una gara, che scatterà domenica alle 13.30 ora italiana e che vedrà l’equipaggio della Porsche 911 RSR di Proton Competition battersi per raggiungere il traguardo tanto ambito. Alle loro spalle, con 11,5 punti da recuperare, la Ferrari di JMW Motorsport, inseguita a sole due lunghezze dalla gemella di Spirit Of Race.

Più staccate, ma non ancora aritmeticamente fuori dalla lotta per il titolo le Porsche di Ebimotors e quella dei compagni di squadra dei Roda e Cairoli in Proton Competition. Sarà quindi una sfida incandescente quella che vedrà i motori accendersi già nella giornata di domani, venerdì, con la prima sessione di prove libere, in programma alle 12.35 e il test per i piloti bronze, in programma alle 17.20. Sabato mattina alle 10.25 la seconda sessione di prove libere, mentre la lotta per la pole position è in programma alle ore 15.25. Domenica alle 13.30 semaforo verde per l’ultimo atto dell’European Le Mans Series con la 4 Ore di Portimao.

L’obiettivo è lì davanti, ma ci sono ancora 4 ore di gara per raggiungerlo – ha commentato Giorgio Roda – Non possiamo e non vogliamo nasconderci. Arrivati a questo punto della stagione ciò che conta è la vittoria finale. Abbiamo un buon vantaggio e dobbiamo saperlo sfruttare al meglio, facendo una gara comunque all’attacco, ma senza rischiare troppo. Abbiamo dimostrato, nel corso di tutta la stagione, di essere all’altezza di questa serie e soprattutto di essere costanti nelle prestazioni. Ora non ci resta che spingere al massimo anche in questo ultimo appuntamento per agguantare un sogno. Credo che avere al mio fianco un pilota esperto come mio papà, che gara dopo gara ha dimostrato di essere ancora tra i migliori in circolazione, e un giovane forte come Matteo su cui Porsche punta da anni, sia una delle esperienze più formative nella mia carriera da pilota. Sino ad oggi posso ritenermi soddisfatto dei progressi che ho fatto quest’anno. Ora manca la ciliegina sulla torta”.

Il circuito di Portimao misura 4684 metri e presenta 7 curve a sinistra e 9 a destra. Lo scorso anno la vittoria andò proprio alla Porsche di Proton Competition con Matteo Cairoli, Christian Ried e Joel Camathias. Fu, invece, un ritiro amaro per Giorgio e Gianluca Roda assieme ad Andrea Bertolini sulla Ferrari di Spirit Of Race.

Share Button