Formula 1
Hamilton al top nell’ultimo giorno di test
Photo Credit: PHOTO4

Hamilton al top nell'ultimo giorno di test

L’ultimo acuto è della Mercedes di Lewis Hamilton. Il pilota inglese, nonostante un iniziale problema al cambio lo abbia costretto a compiere solamente cinque giri prima della pausa pranzo, è stato il più veloce nella giornata conclusiva dei test pre-stagionali del Bahrain fermando i cronometri sul migliore responso di 1’33″278, solamente due centesimi più lento del migliore responso fatto segnare in questi quattro giorni da Felipe Massa (che aveva svettato sabato).

Valtteri Bottas si era portato al comando con Williams al termine della mattina ed è rimasto davanti a tutti per la maggior parte del tempo, prima di venire fermato da un problema meccanico. Il finlandese ha concluso così secondo davanti alla Ferrari di Fernando Alonso. Il lavoro dello spagnolo ha subito un’interruzione prima del pomeriggio, quando si è resa necessaria la sostituzione del cambio. Quindi, la squadra ha ripreso il programma tecnico con una serie di giri sulla breve e lunga distanza per continuare le verifiche legate alla gestione dei sistemi della monoposto F14 T.

Il team Sahara Force India ha completato il suo programma di lavoro con Nico Hulkenberg, il quale ha inanellato 74 tornate al volante della VJM07. Il tedesco ha effettuato alcuni long-run e ha terminato quarto. Subito alle sue spalle Jean-Eric Vergne, con la Toro Rosso.

177 i giri completati dalla Sauber con Adrian Sutil (sesto) ed Esteban Gutierrez (ottavo). Il messicano ha guidato la C33-Ferrari nel pomeriggio, mentre Sutil ha preso parte alla sessione della mattina. Nonostante alcuni inconvenienti, il team è riuscito a raccogliere altri dati importanti. Settimo tempo invece per la Marussia, sempre motorizzata Ferrari, di Max Chilton.

Il campione del mondo Sebastian Vettel ha completato 77 giri con la Red Bull-Renault, dopo che ieri aveva potuto effettuare solo una tornata essendo continuati i problemi sulla RB10. Non abbiamo percorso tanti chilometri e la nostra velocità non è comparabile a quella di altre squadre. Dobbiamo ancora avere pazienza, ma di certo le cose si sistemeranno. Abbiamo due settimane per potere lavorare prima del Gran Premio d’Austrialia. – ha detto il pilota tedesco.

Jenson Button ha concluso decimo al termine di una giornata abbastanza complicata per la McLaren, che ha sofferto di diversi problemi, specialmente riguardanti l’aspetto dell’elettronica. Problemi che alla fine hanno impedito al pilota inglese di provare la nuova ala anteriore che dovrebbe debuttare a Melbourne e che era arrivata in Bahrain questa mattina.

Kamui Kobayashi è riuscito a percorrere con la Caterham 106 giri, mentre la Lotus di Romain Grosjean è rimasta per parecchio tempo ai box, continuando a lamentare dei problemi alla power unit.

 

Bahrain, 2 marzo 2014
1. Lewis Hamilton – Mercedes F1 W05 – 1’33″278, 70 giri
2. Valtteri Bottas – Williams-Mercedes FW36 – 1’33″987, 108 giri
3. Fernando Alonso – Ferrari F14 T – 1’34″280, 74 giri
4. Nico Hulkenberg – Sahara Force India-Mercedes VJM07 – 1’35″577, 74 giri
5. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Renault STR9 – 1’35″701, 74 giri
6. Adrian Sutil – Sauber-Ferrari C33 – 1’36″467, 91 giri
7. Max Chilton – Marussia-Ferrari MR03 – 1’36″835, 61 giri
8. Esteban Gutierrez – Sauber-Ferrari C33 – 1’37″303, 86 giri
9. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault RB10 – 1’37″468, 77 giri
10. Jenson Button – McLaren-Mercedes MP4-29 – 1’38″111, 22 giri
11. Kamui Kobayashi – Caterham-Renault CT05 – 1’38″391, 106 giri
12. Romain Grosjean – Lotus-Renault E22 – 1’39″302, 32 giri

Share Button