Campionato Italiano Gran Turismo
GT italiano: quante rivelazioni a Monza

GT italiano: quante rivelazioni a Monza

Ferrari e Mercedes, partita pari a Monza nel primo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint. A imporsi nella prima gara stilata per somma dei tempi (dopo che sabato per la forte pioggia sono stati percorsi solo tre giri dietro alla safety car) è stata la 488 GT3 Evo della Easy Race di Fabrizio Crestanie Matteo Greco. In Gara 2 primo successo assoluto invece di Luca Segù, che assieme all’israeliano Bar Baruch si è andato a prendere dalla pole una vittoria strameritata, portando in alto i colori del team AKM Motorsport.

La tappa lombarda ha avuto diversi protagonisti che certamente potranno dire la loro nel corso di questa stagione. Il più giovane è appunto Segù, 21 anni e la scorsa stagione assieme a Francesco Massimo De Luca a un passo dalla conquista del titolo GT4, che nella seconda gara del weekend si è avviato al comando e ci è rimasto fino al momento delle soste nonostante una safety car. Poi in macchina è salito il suo compagno di squadra che nelle fasi finali è stato bravo a gestire i doppiati tenendo dietro la Audi di Riccardo Agostini.

Il padovano ha compiuto un capolavoro tenendo dietro la Honda NSX GT3 Evo della Nova Race guidata da altre due rivelazioni: nell’ordine lo stesso Francesco Massimo De Luca (che alla prima variante si è subito portato secondo guidagnando una posizione) e Jacopo Guidetti, pilota del programma giovani JAS Motorsport e in pole al termine del primo turno di qualifica.

Con Agostini una conferma è arrivata dal diciottenne piacentino Lorenzo Ferrari, che nel 2020 aveva debuttato con la Mercedes centrando un paio di vittorie, a Monza autore di una seconda sessione di prove ufficiali eccezionale in cui ha ottenuto il secondo miglior tempo, per completare poi un ottimo primo stint di guida controllando a lungo alle sue spalle la Lamborghini di Jonathan Cecotto.

Un altro equipaggio da tener d’occhio è quello della Imperiale Racing formato da Alex Frassineti (campione 2017 con la Huracán della Ombra Racing) e l’esordiente Luca Ghiotto. Il veneto, nelle ultime stagioni grande protagonista in GP2, ha fatto bene la sua parte. Così per lui ed il pilota romano alla fine sono arrivati un terzo ed un quarto posto. Niente male come inizio…

Bel fine settimana anche per l’altro binomio di Audi Sport Italia, quello completato proprio all’ultimo da Daniel Mancinelli, che è andato ad affiancare Vito Postiglione. I due hanno concluso in seconda e quinta posizione e adesso sono secondi nella classifica assoluta del campionato a un solo punto dai compagni di squadra Agostini-Ferrari e da Crestani-Greco.

Tra gli equipaggi Pro-Am bene quello di Cecotto e Pietro Perolini, due volte sesti assoluti e adesso primi di categoria davanti a Luca Filippi e Alberto Lippi, vittoriosi in Gara 1 con la Ferrari della RAM Autoracing. Tanta grinta per il guatemalteco Matteo Llarena, che ha esordito nella serie tricolore assieme a Riccardo Cazzaniga su un’altra Lamborghini di Imperiale Racing con un settimo e ottavo posto.  Nella GT3 Am una vittoria a testa per Niccolo Schirò e Murat Chudaroglu, con la Ferrari di Kessel Racing, e Erwin Zanotti, in arrivo dalla Formula 4, salito sull’altra Honda della Nova Race.

Proficuo il fine settimana di Francesca Linossi e Daniel Vebster, che guidano la GT Cup grazie a un quarto posto di classe e a una vittoria ottenuti con la Ferrari 488 Challenge della Easy Race. Degno di nota il debutto con la Lamborghini Huracán Super Trofeo del giovanissimo olandese Pijl Daan (che aveva esordito due settimane prima proprio a Monza nel monomarca di Sant’Agata Bolognese) autore di un successo in coppia con il nostro Fabio Vairani. Assegnata solo dopo l’arrivo la vittoria di Gara 2 che in pista aveva visto trionfare i due piloti della squadra bergamasca, penalizzato per cambio pilota irregolare retrocedendo settimo.

Weekend fantastico per Mattia Di Giusto e Fabio Babini, che hanno centrato una doppietta in GT4 con una Porsche Cayman dell’Ebimotors, in tutte e due le gare davanti ai compagni di squadra Sabino De Castro e Matteo Arrigosi. Quest’ultimo ha mantenuto sempre la leadership nel primo stint davanti a Di Giusto, ma nel finale il suo coequipier non è riuscito a contenere la rimonta di Babini, mentre in terza piazza hanno concluso Fulvio Ferri e Andrea Gagliardini con la Mercedes-AMG GT4 della Nova Race. Nella Am sempre in Gara 2 la vittoria è andata a Nicola Neri e Giuseppe Fascicolo, con la BMW M4 GT4 del Ceccato Racing Team, terzi assoluti di categoria davanti a Luca Magnoni ed il giovane esordiente Diego Di Fabio su un’altra Mercedes della Nova Race e ai vincitori di Gara 1 Dario Cerati e Giuseppe Ghezzi, con la Porsche Cayman di Autorlando Sport, adesso in testa alla classifica a pari punti proprio con Neri e Fascicolo.

 

Campionato Italiano Gran Turismo Sprint

Classifica assoluta
1. Riccardo Agostini – Lorenzo Ferrari (Audi R8 LMS GT3 / Audi Sport Italia) 22 punti
1. Fabrizio Crestani – Matteo Greco (Ferrari 488 GT3 Evo / Easy Race) 22 punti
3. Daniel Mancinelli – Vito Postiglione (Audi R8 LMS GT3 / Audi Sport Italia) 21 punti
4. Bar Baruch – Luca Segù (Mercedes-AMG GT3 / AKM Motorsport) 20 punti
5. Alex Frassineti – Luca Ghiotto (Lamborghini Huracán GT3 Evo / Imperiale Racing) 19 punti
Classifica GT3 Pro-Am
1. Jonathan Cecotto – Pietro Perolini (Lamborghini Huracán GT3 Evo / LP Racing) 27 punti
2. Luca Filippi – Alberto Lippi (Ferrari 488 GT3 Evo / RAM Autoracing) 25
3. Bar Baruch – Luca Segù (Mercedes-AMG GT3 / AKM Motorsport) 20 punti
3. Francesco Massimo De Luca – Jacopo Guidetti (Honda NSX GT3 Evo / Nova Race) 20 punti
5. Sean Hudspeth – Carrie Schreiner (Ferrari 488 GT3 Evo / AF Corse) 16 punti
Classifica GT3 Am
1. Murat Chudaroglu – Niccolò Schirò (Ferrari 488 GT3 Evo / Kessel Racing) 35 punti
1. Erwin Zanotti (Honda NSX GT3 Evo / Nova Race) 35 punti
3. Lorenzo Casè – Peter Mann (Ferrari 488 GT3 Evo / AF Corse) 24 punti
4. Steve Earle (Ferrari 488 GT3 Evo / Kessel Racing) 14 punti
Classifica GT Cup
1. Francesca Linossi – Daniel Vebster (Ferrari 488 Challenge / Easy Race) 27 punti
2. Daan Pijl – Fabio Vairani (Lamborghini Huracán Super Trofeo / Bonaldi Motorsport) 24 punti
3. Alessandro Giardelli (Porsche Carrera Cup / Dinamic Motorsport) 22 punti
4. Giacomo Barri – Ermanno Dionisio (Lamborghini Huracán Super Trofeo / Team Italy) 21 punti
5. Luca Demarchi – Nicholas Risitano (Ferrari 488 Challenge / SR&R) 18 punti
Classifica GT4 Pro-Am
1. Fabio Babini – Mattia Di Giusto (Porsche Cayman 718 / Ebimotors) 40 punti
2. Matteo Arrigosi – Sabino De Castro (Porsche Cayman 718 / Ebimotors) 30 punti
3. Fulvio Ferri – Andrea Gagliardini (Mercedes-AMG GT4 / Nova Race) 24 punti
4. Gianluca Carboni – Emanuele Romani (Porsche Cayman 718 / Autorlando Sport) 14 punti
Classifica GT4 Am
1. Dario Cerati – Giuseppe Ghezzi (Porsche Cayman 718 / Autorlando Sport) 32 punti
1. Giuseppe Fascicolo – Nicola Neri (BMW M4 GT4 / Ceccato Racing) 32 punti
3. Diego Di Fabio – Luca Magnoni (Mercedes-AMG GT4 / Nova Race) 30 punti

Share Button