12H Italy
GDL Racing festeggia il quinto posto

GDL Racing festeggia il quinto posto

La GDL Racing ha chiuso con il quinto posto assoluto la 12 Ore del Mugello. Un weekend difficile, quello della squadra sammarinese, che grazie anche all’esperienza di Duncan Huisman, Luc e Max Braams, è riuscita a confermarsi nelle prime posizioni assolute di questo appuntamento del calendario Creventic che ha visto al via oltre 70 vetture.

L’equipaggio tutto olandese, ha portato egregiamente fino in fondo la sua Mercedes SLS AMG GT3. Anche se la rottura della chinghia che li ha costretti ad una lunga sosta ai box, gli ha tolto la possibilità di salire sul podio, dopo che per diversi giri avevano occupato la seconda posizione.

Molto più sfortunata la partecipazione delle tre Porsche schierate dalla squadra di Gianluca De Lorenzi. Un’occasione mancata quella degli italiani Roberto Fecchio, Massimo Vignali e dell’ucraino Alexander Gayday, che a nove minuti dal termine della prima parte di gara (quella di quattro ore che si è disputata venerdì pomeriggio) hanno pagato il contatto con un’altra vettura, con Vignali che è finito per arrestarsi sulla ghiaia. L’intervento del team sulla loro 991 Cup, resosi necessario per riparare i danni, è costato bel 10 giri di penalità che hanno relegato l’equipaggio della GDL Racing in 25esima posizione assoluta.

Altri due separati incidenti hanno condizionato la gara degli australiani Malcolm Niall e Mark Pilatti, al via con una 997 Cup e sempre nei primi 15 fino a quel momento, e quella di Nigel Farmer e Bashar Mardini (nella foto), che si erano issati fino al quinto posto di classe.

Il prossimo impegno nella 24H Series per la GDL Racing è adesso in programma il 29 e 30 maggio, quando si disputerà la 12 Ore di Zandvoort, in Olanda.

Share Button