Campionato Italiano Gran Turismo
Ferrari-Spinelli trionfali al Mugello

Ferrari-Spinelli trionfali al Mugello

Lorenzo Ferrari ha conquistato nella seconda gara del Mugello il suo secondo successo su quattro gare nel Campionato Italiano Gran Turismo Sprint. Il pilota del team Antonelli Motorsport ha trionfato in equipaggio con un ottimo Loris Spinelli, scattato dalla prima fila e autore di un primo stint perfetto in cui si è portato al comando, portando a casa altri punti importantissimi per la classifica della serie tricolore.

Alle spalle della Mercedes di Ferrari-Spinelli hanno concluso due Lamborghini, nell’ordine quella di Kikko Galbiati-Giovanni Venturini (Imperiale Racing) e di Leonardo Pulcini-Danny Kroes (Vincenzo Sospiri Racing).

Pista ancora una volta umida ma asciutta e la Lamborghini di Kikko Galbiati in pole position. Al suo fianco in prima fila la Mercedes di Loris Spinelli che ci prova ma si accoda poi secondo, tallonarto dalla Audi di Mattia Drudi che è subito riuscito a superare l’altra Huracán di Lorenzo Marcucci.

I primi tre sembrano subito fare gara a se, mentre più indietro Marius Zug guadagna il quinto posto con la BMW ai danni della Ferrari di Giorgio Roda e poi infila anche Marcucci risalendo quarto.

In rimonta dal fondo della schieramento anche Pulcini. Il romano dopo sette minuti è decimo ed inizia esercitare la pressione sulle 488 GT3 di Sean Hudspeth e Matteo Cressoni.

Poi Tuomas Tujula, con l’altra Huracán del Vincenzo Sospiri Racing, e lo stesso Pulcini passano Roda e si posizionano nell’ordine sesto e settimo. Hudspetch invece viene superato da Cressoni. Poco dopo Tujula attacca Marcucci, che lo accompagna all’esterno della San Donato. Ne approfitta Pulcini che va davanti a entrambi e guadagna il quinto posto. In difficoltà Roda, che viene passato anche da Cressoni. Hudspeth invece fa una veloce sosta ai box dopo un precedente contatto proprio con Rosa, per poi rientrare in pista più attardato.

Poco prima dell’apertura della finestra dei pit-stop Spinelli si fa sempre più minaccioso su Galbiati e in una fase di doppiaggio l’abruzzese del team Antonelli Motorsport si porta al comando. Galbiati continua a perdere terreno e viene attaccato anche da Drudi.

A 20 minuti dalla fine il leader Spinelli effettua il suo pit-stop e al volante sale su Ferrari. Il piacentino rientra ancora primo, con un vantaggio di cinque secondi su Venturini che ha preso il posto di Galbiati. Terza è l’altra Lambo di Kroes che ha rilevato Pulcini. Poi la BMW di Stefano Comandini e ancora una Lamborghini, quella di Yuki Nemoto. Solamente sesto Riccardo Agostini, che nelle soste ha dovuto scontare l’handicap tempo di 30”.

Rischio per Venturini, davanti al quale si gira la Porsche del doppiato Fadel Habib. Il veneto riesce comunque a sfilare bene senza perdere del tempo prezioso, proseguendo il suo inseguimento nei confronti di Ferrari.

Intanto nella classe GT4 davanti fin dall’inizio c’è una delle Mercedes-AMG GT4 della Nova Race, quella che Francesco Massimo De Luca ha rilevato da Luca Segù.

Grosso botto invece per la Porsche di Vincenzo Sauto, con la pista la pioggia che inizia a cadere. In quel momento mancano poco più di dieci minuti dalla fine e Ferrari ha ancora un vantaggio di quasi quattro secondi su Venturini. L’emiliano gestisce bene i suoi doppiati e riesce a mantenersi saldamente davanti.

Sempre nella GT4 a otto minuti dalla fine la BMW M4 di Simone Riccitelli passa De Luca e va in testa, rimanendoci poi fino all’arrivo.

Ma davanti c’è sempre Ferrari, che addirittura negli ultimi giri incrementa il suo vantaggio su Venturini estendendolo a oltre sei secondi.

 

Campionato Italiano Gran Turismo Sprint – Gara 2

Mugello, 4 ottobre 2020

  1. Lorenzo Ferrari/Loris Spinelli (Mercedes-AMG GT3 – Antonelli Motorsport) 52:44.652
  2. Giovanni Venturini/Kikko Galbiati (Lamborghini Huracán GT3 – Imperiale Racing) 6.827
  3. Danny Kroes/Leonardo Pulcini (Lamborghini Huracán GT3 – Vincenzo Sospiri Racing) 7.290
  4. Alessio Rovera/Giorgio Roda (Ferrari 488 GT3 – AF Corse) 17.873
  5. Stefano Comandini/Marius Zug (BMW M6 GT3 – BMW Team Italia) 18.059
  6. Yuki Nemoto/Tuomas Tujula (Lamborghini Huracán GT3 – Vincenzo Sospiri Racing) 18.401
  7. Riccardo Agostini/Mattia Drudi (Audi R8 LMS GT3 – Audi Sport Italia) 32.438
  8. Daniele Di Amato/Alessandro Vezzoni (Ferrari 488 GT3 – RS Racing) 56.828
  9. Simon Mann/Matteo Cressoni (Ferrari 488 GT3 – AF Corse) 1:10.054
  10. Riccardo Cazzaniga/Lorenzo Marcucci (Lamborghini Huracán GT3 – LP Racing) 1:10.814
  11. Mattia Michelotto/Sean Hudspeth (Ferrari 488 GT3 – Easy Race) 1:23.561
  12. Marco Cassarà/Alex De Giacomi (Porsche 991 GT3 – Dinamic Motorsport) 1 giro
  13. Matteo Greco/Riccardo Chiesa (Ferrari 488 Challenge – Easy Race) 1 giro
  14. Habib Fadel (Porsche 991 GT3 – Dinamic Motorsport) 1 giro
  15. Gian Piero Cristoni/Luca Demarchi (Ferrari 488 Challenge – SR&R) 1 giro
  16. Simone Riccitelli/Francesco Guerra (BMW M4 GT4 – BMW Team Italia) 2 giri
  17. Andrea Belicchi/Jody Simone Vullo (Mercedes-AMG GT4 – Scuderia Villorba Corse) 2 giri
  18. Francesco Massimo De Luca/Luca Segù (Mercedes-AMG GT4 – Nova Race) 2 giri
  19. Riccardo Pera/Paolo Gnemmi (Porsche Cayman GT4 – Ebimotors) 2 giri
  20. Gianluigi Piccioli/Sabino De Castro (Porsche Cayman GT4 – Ebimotors) 2 giri
  21. Daniel Vebster/Giacomo Riva (Porsche Cayman GT4 – Cram Motorsport) 2 giri
  22. Mattia Di Giusto/Alberto De Amicis (Porsche Cayman GT4 – Ebimotors) 2 giri
  23. Paolo Meloni (BMW M4 GT4 – W&D Racing Team) 2 giri
  24. Luca Magnoni (Mercedes-AMG GT4 – Nova Race) 2 giri

Ritirati: Vincenzo Sauto/Gianluca Carboni (Porsche 991 Cup – Duell Race)

Giro più veloce: Stefano Comandini (BMW M6 GT3 – BMW Team Italia) 1:47.858, al 3° giro

 

 

 

Share Button