Porsche Sports Cup Suisse
Fenici conferma il programma Porsche

Fenici conferma il programma Porsche

Francesco Maria Fenici è pronto a tornare in pista confermando anche per la stagione 2020 il suo impegno nella Porsche Sports Cup Suisse. Il 30enne pilota romano, che ha debuttato in auto lo scorso anno proprio nel monomarca di bandiera elvetica, chiudendo con un weekend trionfale nell’appuntamento di Misano dove ha conquistato tre vittorie su tre nella Cayman Cup al volante della Porsche Cayman GT4 ClubSport.

Confermato come pilota testimonial delle riviste Autosprint e Auto, nel 2020 Fenici punta a incrementare la propria esperienza e a restare ai vertici della serie gareggiando nella categoria superiore. Un salto in avanti per il quale il portacolori della scuderia FF Motorsport ha pianificato un ambizioso programma sportivo che lo vedrà mettersi al volante della più evoluta Porsche 718 Cayman GT4 dei Centri Porsche Ticino, sempre gestita dal team Amag First Rennsport.

Questa sportiva tedesca con motore 6 cilindri boxer da 3,8 litri, vanta 425 cavalli di potenza (40 in più rispetto al modello precedente) e sarà equipaggiata con il nuovo kit 2020 per un’ulteriore ottimizzazione delle prestazioni.

Fenici affronterà il primo test stagionale martedì 23 giugno sulla pista di Cremona, dove fece proprio il suo esordio nel 2019 e dove verrà svelata la nuova livrea della vettura per il 2020. Poi il via dei cinque round della Porsche Sports Cup Suisse a partire dalla prima prova in programma il 10 e 11 luglio sul circuito tedesco di Hockenheim, sempre affiancato dal coach driver Max Busnelli. Il monomarca Porsche approderà in seguito sulle piste di Le Castellet, Imola e Mugello, fino all’evento decisivo di metà ottobre a Misano, dove l’ultimo appuntamento prevede una “super gara” endurance in notturna sulla distanza di due ore.

“Lo scorso anno con Max (Busnelli) ed il team abbiamo centrato tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati, andando anche oltre le aspettative – ha commentato Fenici – Ora è tempo di nuove sfide, a partire dalla conoscenza della Cayman più potente, che ho provato a fine 2019 ma purtroppo in condizioni da bagnato. Nel test di Cremona dovremo lavorare a fondo e imparare il più possibile. Poi in campionato troveremo anche rivali agguerriti, oltre che una pista nuova come Hockenheim già al primo via. Dobbiamo restare con i piedi per terra, ma siamo molto motivati e sono davvero felice per questo step in avanti, programmato per migliorare e maturare ulteriore esperienza. Non vedo l’ora di ritrovare le emozioni della pista”.

Share Button