Lamborghini Super Trofeo Middle East
Dubai: tripletta Target Racing

Dubai: tripletta Target Racing

Trionfo del team Target Racing nel primo dei due appuntamenti del Lamborghini Super Trofeo Middle East 2019 che si è disputato sul circuito di Dubai. Non poteva iniziare in modo migliore la stagione per Timur Boguslavskiy e Frederik Schandorff, che dopo essersi imposti nella prima gara di ieri, hanno vinto anche le altre “manche” del weekend. Una tripletta che consentirà al binomio della squadra guidata da Roberto Venieri di giungere al secondo round di Abu Dhabi del 22 e 23 febbraio nelle vesti di leader della classe PRO.

Boguslavskiy e Schandorff hanno dominato Gara 2, disturbata da una leggera tempesta di sabbia. Dietro di loro hanno concluso Takashi Kasai e Juuso Puhakka, alternatisi sulla vettura della FFF Racing. Il finlandese ha tagliato il traguardo tenendo dietro l’esperto Axcil Jefferies, subentrato a Ramez Azzam alla guida della Huracán Super Trofeo Evo del team Konrad Motorsport con cui hanno colto il successo nella PRO-AN. In classe Am nuovo successo di Vincent Schwartz, sempre con il team Konrad Motorsport. Doppietta anche per Gerard Van der Horst, primo nella Lamborghini Cup.

Gara 3 si è aperta con Boguslavskiy bravo a mantenere la testa della corsa dopo essere scattato dalla pole, con Kasai e Jefferies a seguire. Da sottolineare l’ottima prestazione di Schwartz, che ha subito guadagnato la terza posizione approfittando di un testacoda di Kasai. A metà gara Boguslavskiy ha lasciato il sedile a Schandorff. Perfetto il pit-stop del team Target Racing, con Schandorff che si è ritrovato al comando seguito da Azzam, e Schwartz.

Al termine dei 50 minuti di gara, Schandorff ha tagliato il traguardo in prima posizione, regalando al team Target Racing un’entusiasmante tripletta ed una solida leadership in classifica. Secondi Azzam e Jefferies, primi in classe PRO-AM, che hanno preceduto il compagno di squadra Schwartz, nuovamente il migliore nella classe AM. Nella Lamborghini Cup la Huracán di Van Der Horst è rimasta ai box, consentendo a Gabriele Murroni di cogliere un successo che mantiene apertissima la lotta per il titolo.

Share Button