DTM
DTM a Misano: Di Resta leader, Zanardi esalta
Photo Credit: Andrea Bonora

DTM a Misano: Di Resta leader, Zanardi esalta

La prima del DTM Misano ha regalato spettacolo e colpi di scena a ripetizione, per la gioia dei – finalmente – tanti appassionati che hanno preso d’assalto il tracciato romagnolo. Tutti gli occhi erano sicuramente puntati sul debutto nella serie tedesca di Alessandro Zanardi, ma è stata tutta la manifestazione a convincere, nonostante un meteo poco clemente. Due gare divertenti, combattute e con risultati mai al sicuro fino alla bandiera scacchi hanno permesso allo scozzese Paul Di Resta di azzerare il distacco da Gary Paffett, alle prese con un weekend davvero deludente, e balzare in testa al campionato con 9 lunghezze di vantaggio.

Da parte sua Di Resta ha massimizzato il weekend italiano, portando a casa la vittoria al sabato e chiudendo al sesto posto nella corsa della domenica, rallentato dalla pioggia. Gran protagonista è stato infatti il meteo, che non ha mancato di inumidire la pista più volte durante il weekend e ha mischiato un bel po’ le carte nella corsa finale, quando una scoscio di pioggia ha bagnato la pista prima dello start forzando tutti a partire con gomme wet. La pista si è però asciugata velocemente e nei primi 10 giri quasi tutti sono rientrati per montare gomme slick. Tutti meno Edoardo MortaraRené RastRobin Frinjs e Zanardi, che ancora non avevano effettuato la sosta, e Joel Eriksson, dodicesimo, che rientra proprio quando la pioggia torna a fare capolino in maniera decisamente intensa e opta subito di nuovo per le rain. Un tempismo che gli varrà la sua prima vittoria in DTM.

È il momento decisivo della gara: chi ha le slick è costretto ad andar pianissimo per tornare ai box e rischia quasi il doppiaggio, mentre la Top 5 trae il massimo vantaggio e scappa via. In queste fasi concitate Alex Zanardi fa tesoro della sua grande esperienza e porta a casa una fenomenale quinta posizione, dopo che alla vigilia il bolognese aveva dichiarato: “spero di arrivare almeno penultimo.” Non altrettanto si può dire di Daniel Juncadella, che con una vettura molto scivolosa riesce a mancare l’ingresso della pit lane al primo tentativo, mentre al giro seguente va in testacoda nello stesso punto.

Buon weekend per Mortara, due volte sul podio in rimonta con la sua Mercedes, balzato al terzo posto in campionato, scalzando Marco Wittman che dopo la buona quinta piazza del sabato, perde terreno alla domenica nel caos pioggia. Peggio è andata a Lucas Auer, quarto in classifica prima della tappa italiana, che non riesce a vedere il traguardo in nessuna della due gare.

Tutto in crescendo in weekend di Zanardi, con tempi in costante miglioramento lungo tutto il weekend. Il 13esimo posto del sabato, maturato in una gara senza errori a bordo della sua BMW, sembrava già un buon risultato, ma al bolognese, si sà, piace stupire, ed ecco allora arrivare un convincente quinto posto nella gara della domenica grazie alla sosta ritardata si, ma anche ad un ritmo decisamente interessante. Fortuna? Può darsi, la fortuna aiuta gli audaci si dice, ma forse aveva più ragione Enzo Ferrari quando raccontava che “nelle corse non esiste fortuna o sfortuna, ma tutto dipende da come si svolgono gli eventi in base alle nostre decisioni.” Comunque sia, Zanardi avrà una nuova meravigliosa storia da poter raccontare ai suoi nipoti e tanto basta.

Il ritorno del DTM in Italia ha convinto tanti addetti ai lavori ma sopratutto gli appassionati. Le gare in notturna hanno sicuramente regalato fascino alla competizione e il meteo ballerino ha fatto si che lo spettacolo in pista fosse sempre presente, ma è stato tutto l’evento a convincere, dentro la pista con vetture belle, potenti e… rumorose che hanno permesso ai piloti spettacolari evoluzioni e fuori nel paddock con tante attività per tutti gli appassionati. Un bel biglietto da visita per una categoria che ha decisamente bisogno di internazionalizzarsi per provare a sopravvivere.

Lo spettacolo del DTM torna ora in Germania, con il doppio round del Nürburgring in programma nel weekend del 8 e 9 settembre.

Share Button