Euroformula Open
Drugovich domina a Budapest

Drugovich domina a Budapest

Ancora una doppia affermazione per RP Motorsport e Felipe Drugovich, capaci di conquistare una doppietta nel quarto weekend stagionale di Euroformula Open. Anche sul tortuoso tracciato dell’Hungaroring che sorge alle porte di Budapest, la scuderia piacentina ha imposto la propria supremazia in entrambe le gare, con il pilota brasiliano adesso sempre più leader della classifica assoluta.

Fine settimana in crescendo per Leonard Hoogenboom, il quale ha colto un podio in Gara 2 nella graduatoria riservata ai rookie, mentre Guilherme Samaia ha vissuto un fine settimana travagliato che però non gli ha impedito di contribuire al consolidamento della leadership di RP Motorsport anche nella classifica riservata ai team.

Con due vittorie, una pole position e due giri veloci, Drugovich ha ancora una volta confermato la propria superiorità emersa in questa prima metà del campionato, impreziosita da ben sette successi colti nelle prime otto gare. Grazie ad una condotta attenta e priva di sbavature, il giovane talento brasiliano è riuscito in ambedue le gare ad avere la meglio nei confronti di un coriaceo Bent Viscaal portando così a 93 le lunghezze di vantaggio in classifica proprio nei confronti dell’olandese.
In Gara 1, Drugovich ha gestito nel migliore dei modi la testa della corsa dal via sino alla bandiera a scacchi, mentre nella seconda (dopo aver mancato per pochi millesimi l’appuntamento con l’ennesima pole stagionale) ha avuto subito la meglio nei confronti del rivale, riuscendo a chiudere con un margine di tutta tranquillità sotto la bandiera a scacchi.

Gli altri due piloti del team hanno vissuto un week-end a fasi alterne: l’olandese Leonard Hoogenboom, alla propria seconda esperienza nel campionato, ha confermato quanto di buono già mostrato in occasione del debutto a Spa, cogliendo un ottimo terzo posto nella classifica riservata ai rookie in Gara 2 e vedendosi sfuggire la seconda piazza per un contatto avvenuto nelle battute finali. Avara di soddisfazioni è stata la prima manche, con uno sfortunato contatto che ha visto come protagonisti lo stesso Hoogenboom ed il compagno Samaia all’inizio del secondo giro, con quest’ultimo che è comunque riuscito a riscattarsi parzialmente in Gara 2 artigliando un punto utile per la classifica.

 “Siamo davvero soddisfatti per questa doppia vittoria – ha detto Niki Rocca, team manager RP Motorsport – si tratta di un risultato fantastico, reso possibile dall’eccezionale lavoro di tutti gli uomini del team e finalizzato nel migliore dei modi da Felipe che è stato praticamente perfetto. Di fronte ad un week-end dove abbiamo raccolto due vittorie, due giri veloci e una pole position non possiamo che essere molto felici, soprattutto potendo pensare alla seconda parte di campionato con più tranquillità. Era fondamentale ottenere il pieno di punti in questa circostanza e ci siamo riusciti, dunque l’applauso va rivolto all’intero team. Siamo naturalmente dispiaciuti per quanto riguarda ciò che è accaduto in Gara 1 tra Guilherme e Leonard: sono cose che possono accadere in gara, ma di certo non tra due compagni di scuderia. I due comunque si sono prontamente chiariti e l’episodio di certo non si ripeterà in futuro. Adesso abbiamo una lunga sosta prima di tornare in pista, ma continueremo comunque a rimanere concentrati per pianificare al meglio la seconda parte di stagione”.

Anche Felipe Drugovich ha detto la sua commentando la prestazione del fine settimana andato agli archivi.

“È un risultato fantastico – ha sottolineato –  il team è stato incredibile e adesso possiamo pensare a goderci qualche settimana di relax con questo ennesimo grande risultato. Devo dire che in entrambe le gare ho gestito piuttosto bene il margine su Viscaal, la macchina era eccellente e le uniche fasi in cui ho dovuto lottare realmente sono state le due partenze. Ma tutto è andato nel migliore dei modi e sono davvero molto felice”.

Guilherme Samaia ha spiegato: “Il week-end non è andato come mi sarei aspettato. Dopo gli ottimi risultati di Spa, qui è stato difficile trovare il giusto feeling con la vettura. Torno a casa – ha concluso – con un magro bottino dal punto di vista personale, ma sono molto contento per il risultato del team. Di sicuro a Silverstone andrà molto bene: non vedo l’ora di tornare in pista per riscattarmi!”.

Ed infine, Leonard Hoogenboom, si è detto soddisfatto.

“Sono contento per il podio nella classifica rookie – ha detto – peccato per il secondo posto sfumato all’ultimo ma il mio avversario ha chiuso in maniera un po’ eccessiva la traiettoria ed il contatto è stato inevitabile. Anche gara-1 sembrava essere partita molto bene, dopodiché il contatto con Guilherme mi ha privato dell’ala posteriore e, nonostante ci abbia provato in ogni maniera, tenere l’auto in pista sarebbe stato impossibile. È stato comunque un fine settimana molto prezioso per accumulare ulteriore esperienza che mi risulterà molto utile per il futuro”.

Il campionato di Euroformula Open tornerà in pista dopo la pausa estiva, per il quinto appuntamento stagionale in programma sul circuito britannico di Silverstone nel week-end dell’1-2 settembre, con RP Motorsport pronta a recitare nuovamente un ruolo da protagonista per riconfermarsi campione in entrambe le classifiche. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.rpmotorsport.org.

Share Button