WEC
Dominio Porsche in Messico

Dominio Porsche in Messico

Uno-due del Porsche LMP Team nel quinto appuntamento del FIA WEC che si è disputato in Messico, sull’Autódromo Hermanos Rodríguez. A trasformare la pole nel loro terzo successo di questa stagione (il secondo consecutivo) sono stati i vincitori della 24 Ore Le Mans Earl Bamber, Timo Bernhard e Brendon Hartley, che hanno concluso davanti ai loro compagni di squadra Neel Jani, André Lotterer e Nick Tandy, estendendo a 41 punti il loro vantaggio in campionato con quattro gare ancora da disputare.

Jani/Lotterer/Tandy, con la 919 Hybrid gemella, potevano anche puntare al massimo risultato se non avessero dovuto pagare un drive through dopo che Tandy ha superato il limite di velocità in corsia box durante una sosta. Le due Toyota Gazoo Racing TS050 Hybrid LMP1 hanno invece faticato non poco anche a causa dell’altitudine del tracciato, ottenendo un miglior terzo posto con Sébastien Buemi, Anthony Davidson e Kazuki Nakajima. L’altra Toyota di José Maria Lopez, Kamui Kobayashi e Mike Conway è stata terza per la maggior parte della corsa, ma alla fine si ha concluso quarta per avere dovuto compiere un pit stop extra.

Nella LMP2 il successo è andato alla Vaillante Rebellion Oreca 07 Gibson di Julien Canal, Nicolas Prost e Bruno Senna, per la prima volta sul gradino più alto del podio davanti alla Signatech Alpine Matmut Alpine A470 Gibson di Nicolas Lapierre, Gustavo Menezes e André Negrão. Per i leader della classifica Ho-Pin Tung, Thomas Laurent e Oliver Jarvis (Jackie Chan DC Racing) solamente un nono posto dopo un problema alla frizione dovuto ad un detrito che li ha costretti a una lunga sosta.

Nella GTE-PRO la Aston Martin di Nicki Thiim e Marco Sørensen ha conquistato la prima vittoria di questa stagione e la seconda consecutiva per il costruttore inglese. L’equipaggio danese ha lottato a lungo con la Ferrari 458 GTE di Davide Rigon e Sam Bird che nelle prove aveva conquistato la pole position. La vettura della AF Corse ha tagliato il traguardo al comando, ma è stata poi penalizzata di 10 secondi per essere andata troppo veloce durante un Full Course Yellow ed è stata classificata seconda, rafforzando comunque la leadership nella classifica Costruttori.

A coronare il successo della Porsche in Mexico c’è stata anche la vittoria nella classe GTE-AM della 911 RSR del Dempsey-Proton Racing con Matteo Cairoli, Christian Ried e Marvin Dienst, che hanno festeggiato il loro secondo successo consecutivo dopo quello della 6 Ore del Nürburgring, estendendo il loro vantaggio nella classifica.

Share Button